[REVIEW PARTY] LE MAREE NERE DEL CIELO (IL TENSORATO LIBRO #1) - NEON YANG - OSCAR MONDADORI VAULT


Buorgiorno Sognalettori,
è giunta l'ora di parlare finalmente della discussa e singolarissima serie de "Il Tensorato".
Oggi i blog partecipanti all'evento vi raccontano il #1 libro, "LE MAREE NERE DEL CIELO" di Neon Yang, pubblicato dalla casa editrice Oscar Mondadori Vault nella collana Fantastica, che ringrazio per il file digitale.🕮

Siccome i libri contenuti all'interno della serie sono 4, abbiamo pensato quindi di fare 4 Review Party distinti, uno per ogni libro della quadrilogia!
Che ne pensate? Aspetto i vostri commenti sotto al post! 😉

Neon Yang, autorə queer non binary, ha lavorato nell'ambito della biologia molecolare, della comunicazione scientifica e del giornalismo e ha scritto sceneggiature per cinema d'animazione, giochi e fumetti. Ha pubblicato racconti e romanzi, come JY Yang e come Neon Yang, tra cui l'acclamata serie de Il Tensorato, finalista ai più importanti premi di fantascienza (Nebula, Hugo, World Fantasy). Vive a Singapore.
I suoi pronomi sono they/them.


IL ROMANZO


Titolo: Le maree nere del cielo
Autore: Neon Yang
Data di uscita: 23 Novembre 2021
Genere: Narrativa Straniera contemporanea | Fantasy Silkpunk
Pagine: 216
Volume della serie: # 1

MOKOYA E AKEHA, i gemelli figli della Protettrice Sanao, sono stati affidati al Grande Monastero da bambini per adempiere una promessa. Mokoya ha sviluppato un talento profetico, Akeha ha sempre avuto il dono di comprendere quali motivazioni si celano dietro le azioni degli adulti. Mokoya ha illuminazioni su ciò che sarà, Akeha comprende cosa potrebbe essere. Entrambi hanno visto il marcio che si annida nel cuore del Protettorato.
Il momento della confermazione segna la prima divisione nel destino dei due gemelli. Altre ne seguiranno: Akeha infatti non vuole più essere una pedina negli intrighi orditi da sua madre, così si lascia tutto alle spalle e parte in cerca del proprio cammino, fino a che la sua strada non incrocerà quella dei Macchinisti che si ribellano allo strapotere del Tensorato.
Ma ogni passo che Akeha fa per trovare se stesso lo allontana da Mokoya. Riusciranno i due gemelli a compiere ciascuno il proprio destino senza rompere il legame speciale che li unisce?

La saga del Tensorato spalanca le frontiere più innovative della speculative fiction: con la sua prosa affilata e insieme epica, Neon Yang scardina molte delle convenzioni di genere (letterario e non solo), ridefinendo i confini e le modalità di ciò che significa “raccontare storie”.


Il Sommo Abate Sung del Grande Monastero è stato convocato personalmente dalla Protettrice Sanao (evento raro!!) e quindi si mette in cammino verso il Grande Palazzo Supremo del Protettorato. Non sa cosa lo aspetti, anche se ne potrebbe avere una vaga idea, dati gli accordi che c’erano stati tra lui e la Protettrice di recente...
Tuttavia quando giunge a Palazzo, trova ad accoglierlo Sonami (15 anni), unə dellə sei figliə della Protettrice. Il Sommo Abate spera che sia per una lieta notizia, invece viene condotto al capezzale della Protettrice la quale ha appena partorito…. due gemellə!! Cosa ancor più rara della convocazione…

Le intenzioni però della sovrana sono decisamente inaspettate: vuole affidare lə due bimbə appena nate a lui in modo che vengano cresciutə nel Monastero per adempiere al patto…
Lo stupore del Sommo Abate è tale da lasciarlo quasi a bocca aperta: come può una madre – seppure di tale livello nobiliare – pensare di privarsi all'istante di due fagottini appena dati alla luce senza un minimo di sensibilità? Oltretutto, al monastero non possono venire addestratə bambinə che non abbiano almeno 6 anni d’età…
A questo ci pensa Sonami, che nonostante sperasse di essere ləi lə presceltə per il monastero, decide di prendersi cura dellə gemellinə fino al sesto anno di età, e di accompagnarlə ləi stessə al Monastero quando giungerà il momento opportuno.

Così lə due gemellinə Mokoya (occhi uno castano e l’altro giallastro) e Akeha (due grandi occhi scuri) diversissime sia per carattere che per doti sovrannaturali, inizieranno il loro cammino, legatissime tra loro.

Si voltò affinché Akeha non potesse vedere il suo volto. ma Akeha sapeva con assoluta certezza che era più spaventatə che arrabbiatə. Lə gemellə avevano una sorta di sesto senso reciproco, la capacità di avvertire le emozioni e le ansietà dell’altrə, e se ascoltavano con attenzione, potevano persino sentire la voce dellə gemellə attraverso la Slasca.

Fin da subito Mokoya e Akeha impareranno quanto la loro madre possa essere spietata e dura, quanto il loro legame sia profondo, quanto la loro capacità di interagire con i cinque elementi della Slasca sia una cosa rara (tanto che unə dellə due verrà sfruttatə in futuro per le sue doti di preveggenza), impareranno quanto il Sommo Abate sia più buono e comprensivo di quanto ci si aspetti, e anche quanto un inizio sempre costantemente assieme possa prendere direzioni diverse a seconda del periodo di vita… a partire dalla cerimonia di conferma.
Questa cerimonia infatti dà la possibilità a tuttə lə bambinə di crescere trattat
ə in modo neutro per tutti i primi 16-17 anni di vita e di decidere autonomamente a quale genere iniziare a far parte, tramite decisione liberissima e accettata.
Questa cerimonia è importante perché dona non solo la possibilità di un riconoscimento personale degli individui, ma soprattutto viene accettata qualsiasi scelta venga fatta.

Non posso spiegare molto altro della trama per non incombere in spoiler, però vi posso dire che questa quadrilogia (o tetralogia) di stampo fantasy-distopica sia assolutamente originale ed unica nel suo genere per svariati motivi sia narrativi che della scelta dei personaggi.

Uno dei principali motivi che hanno arrecato difficoltà nella traduzione della serie è stata proprio la difficoltà di tradurre il genere neutro – conseguentemente optato con l’utilizzo del simbolo “ə” – per i personaggi che non avessero compiuto ancora la cerimonia di conferma… tanto che ci sono stati dei problemi con la prima stampa del libro (inizialmente unico e poi ritirato e fatto ristampare in quattro volumetti separati).

Io ho letto questa seconda ristampa, di cui “Le maree nere del cielo” è il primo volume, e devo dire che, essendo comunque una sorta di introduzione a tutto quello che succederà dopo, preferisco non svelare ancora bene quale sia il mio parere definitivo al riguardo... ma continuerò sicuramente la lettura anche degli altri tre volumi seguenti! 😉 La curiosità aumenta...

I capitoli sono brevi e assai scorrevoli, questo senz’altro!! E i nomi dei personaggi sono chiari, sebbene siano in una lingua di cui non sono solita leggere, però alla fine del primo volume non ho molto chiaro in che direzione andrà a parare la storia nel suo complesso… soprattutto dal punto di vista temporale!
E lo dico perché solo nel primo volume di 216 pagine Mokoya e Akeha vanno dagli 0 ai 35 anni!! 😮

Quindi mi lascio la facoltà di dare un mio giudizio complessivo del “Tensorato” solo una volta che avrò finito l’intera lettura.
Per ora, comunque, non mi dispiace… 😉

Vi aspetto la settimana prossima per il Review Party dedicato al secondo volume de "Il Tensorato"!


1 commento