Featured Slider

[RECENSIONE] DI CHI È QUESTO CUORE - MAURO COVACICH - LA NAVE DI TESEO


Buongiorno cari sognalettori,
oggi per me è il terzo e ultimo appuntamento con i libri protagonisti del Premio Strega 2019; proprio per questa occasione, ho voluto concludere questa avventura con un libro decisamente per persone concrete nella vita: cercherò di parlarvi “Di chi è questo cuore” di Mauro Covacich, edito da La nave di Teseo Editore…un’opera che non lascerà indifferenti nessuno.

Mauro Covacich (Trieste, 1965) è autore della raccolta di racconti La sposa (2014, finalista Premio Strega) e di numerosi romanzi, tra cui A perdifiato (2003), Fiona (2005), Prima di sparire (2008) e A nome tuo (2011), che compongono il ciclo delle stelle.
Nel 2017 ha pubblicato con La nave di Teseo La città interiore (finalista Premio Campiello). Nel 1999 l’Università di Vienna gli ha conferito l’Abraham Woursell Prize. Vive a Roma.

[RECENSIONE - PREMIO STREGA] LA STRANIERA - CLAUDIA DURASTANTI - LA NAVE DI TESEO


Buongiorno cari lettori!
Oggi il nostro blog si colora di rosso: manca poco al PREMIO STREGA ed è per questo che abbiamo deciso di parlarvi di questi fantastici libri finalisti!

Quando Sara ci ha chiesto di quale romanzo volessimo occuparci non ho avuto dubbi: LA STRANIERA di Claudia Durastanti aveva già catturato la mia attenzione. Sono il tipo di persona che giudica il libro dalla copertina (molti lo definiscono un errore madornale, ma credo che le mie origini da operatore grafico influenzino gran parte dei miei pensieri!)
Detto questo, non facevo che ripetere tra me il titolo: LA STRANIERA. Cosa ci rende davvero “stranieri”? E qual è il vero concetto della parola CASA? Ci siamo mai stati davvero?

Claudia Durastanti, autrice di questo capolavoro, è scrittrice e traduttrice. Nipote di migranti italiani, è nata a Brooklyn nel 1984.
Traduttrice presso Marsilio e Minimum fax, Claudia esordisce nel 2010 con Un giorno verrò a lanciare i sassi alla tua finestra (Marsilio). Tre anni dopo scrive A Chloe, per le ragioni sbagliate (Marsilio), nel 2016 Cleopatra va in prigione (Minimum fax).
Nel 2017 ha ideato il Festival of Italian Literature a Londra insieme ad altri scrittori e giornalisti. Alcuni dei suoi pezzi sono stati pubblicati su «The Los Angeles Review of Books», «The Serving Library», «Nero Magazine», «Rolling Stone Italia» e ha scritto a lungo di musica per il Mucchio Selvaggio.

Il suo nuovo libro La straniera, pubblicato dalla La Nave di Teseo a febbraio 2019, sta scalando le vette della perfezione e ad oggi è tra i finalisti del più ambito premio letterario italiano. Al momento collabora con «La Repubblica» e vive a Londra.

[RECENSIONE PREMIO STREGA] M. IL FIGLIO DEL SECOLO - ANTONIO SCURATI - BOMPIANI


Buongiorno Sognalettori,
oggi parliamo di un romanzo che ha suscitato un po' di polemiche dalla sua uscita, ossia "M. Il figlio del secolo" di Antonio Scurati, pubblicato dalla casa editrice Bompiani.

Innanzitutto, diciamo chi è Scurati. Laureato in Filosofia all'Università degli Studi di Milano, prosegue gli studi all'École des hautes études en sciences sociales di Parigi e consegue un dottorato di ricerca in Teoria e analisi del testo all'Università degli studi di Bergamo. Attualmente, è docente di Letterature contemporanee presso la IULM di Milano, dove dirige il Master in Arti del Racconto. Nel corso della sua carriera come scrittore è stato finalista al Premio Viareggio con il saggio GuerraNarrazioni e culture nella tradizione occidentale.Ha vinto il Premio Campiello con il romanzo Il sopravvissuto ed è il vincitore del Premio Strega con M. Il figlio del secolo.

Il motivo delle polemiche suscitate da questo libro è il fatto che sono presenti al suo interno vari errori storici, 8 in particolare quelli sottolineati (come ad esempio la data errata della disfatta di Caporetto). Scurati ammette gli errori, dice che può capitare in un romanzo del genere, con una mole così importante di informazioni da tenere in conto e malgrado il libro sia stato sottoposto a doppia revisione e assicura di aver studiato per anni per fornire al romanzo una solida base documentale senza mettere nulla di inventato al suo interno.
Ma ora vediamo nel dettaglio di cosa tratta il libro.

[RECENSIONE - PREMIO STREGA] FEDELTÀ - MARCO MISSIROLI - EINAUDI


Buongiorno Sognalettori!
Oggi vi parlerò di un altro romanzo arrivato alla cinquina finale del Premio Strega 2019, "Fedeltà" di Marco Missiroli, pubblicato dalla casa editrice Einaudi.

A quattro anni di distanza da
"Atti osceni in luogo privato”,Marco Missiroli torna il libreria con un romanzo tanto atteso e molto chiacchierato.

[RECENSIONE] IL RISOLUTORE - PIER PAOLO GIANBRUNO - RIZZOLI


Cari amici Sognalettori,
oggi vi propongo la mia seconda recensione dedicata al Premio Strega 2019:
vi parlerò di un libro fin troppo chiacchierato che ha suscitato nel pubblico dei lettori sentimenti contraddittori, quindi sappiate sin da subito che “Il risolutore” di Pier Paolo Giannubilo, edito da Rizzoli, ha provocato anche nella sottoscritta non poche perplessità.

[REVIEW PARTY] REGINA DI OSSA - ALISA KWITNEY - GIUNTI


Buongiorno Sognalettori,
oggi vi parlo di un libro che, già dal titolo e dalla copertina, è decisamente d’impatto! Non lo trovate magnetico già a colpo d’occhio? 😉

Il libro è "Regina di Ossa" di Alisa Kwitney, pubblicato dalla casa editrice Giunti, e fa parte della collana Waves.
Sono davvero felice di potervene parlare, perché è un libro che contiene al suo interno molti indizi che appartengono a vari generi letterari (grazie anche alla vasta gamma di interessi dell’autrice) e che ve lo faranno apprezzare notevolmente.
Un romanzo dark e sensuale, un fantasy intrigante dalle suggestive atmosfere vittoriane, ma anche un romanzo decisamente scorrevole, che ha per protagonista una giovane “ribelle” per le regole del tempo, una giovane che ha ben chiari i suoi obiettivi e possiede una curiosità scientifica tale da andare al di là di ogni limite.

Ma prima di parlare del libro, vi lascio qualche informazione sull’autrice, e attendo i vostri commenti sotto al post 😊

ALISA KWITNEY è nata e vive a New York City, con il marito e due figli. Ha frequentato la Columbia University, è stata editor DC Comics ed è autrice di graphic novel, urban fantasy e romanzi rosa che hanno ottenuto successo e riconoscimenti. Questo libro, il cui titolo in originale è Cadaver & Queen, è il suo primo romanzo young adult.

Il celebre autore Neil Gaiman dice di lei: “Con il suo sguardo garbato ma sagace sulle follie e le debolezze umane, Kwitney è un’autrice da tenere d’occhio”. 




IL ROMANZO


Titolo: Regina di Ossa
Autore: Alisa Kwitney
Data di uscita: 12 Giugno 2019
Genere: Narrativa | Retelling | Gothic | Young Adult
Pagine: 336


Una sorprendente rivisitazione al femminile del 'Frankenstein' di Mary Shelley.
Quando Elizabeth Lavenza si iscrive a Ingold, prima e unica studentessa di Medicina, capisce subito che dimostrare quanto vale a compagni e professori sarà cosa ardua. Così quando s’imbatte in un bio-meccanico difettoso – una delle creature che la scuola sta riportando in vita, usando cadaveri di giovani uomini allo scopo di addestrare un esercito di soldati-automi da spedire in guerra – si offre di ripararlo per farsi notare. Ma questo bio-meccanico sembra aver conservato ricordi, sentimenti… e una coscienza. Elizabeth scopre che si tratta di Victor Frankenstein, brillante studente di Ingold deceduto in circostanze misteriose, e ne è pericolosamente attratta. Si ritrova così invischiata in una rete di segreti, intrighi e oscuri esperimenti che paiono implicare la Regina Elisabetta.