[RECENSIONE] IL PRINCIPE CRUDELE - HOLLY BLACK - MONDADORI



Buongiorno Sognalettori, come state? Passato bene le vacanze? E per chi le ha appena iniziate, siete pronti a portarvi degli ottimi libri come compagnia?
Oggi vi parlo di un libro che avevo in wishlist da un po’ e che ho approfittato di leggere in vista dell’uscita del secondo libro tra qualche giorno, e di cui vi parlerò qui grazie ad un al Review Party… Sto parlando di “IL PRINCIPE CRUDELE”, primo della serie, a cui seguirà l’attesissimo “IL RE MALVAGIO” dell’autrice americana Holly Black, pubblicato in Italia dalla casa editrice Mondadori.


Holly Black è una scrittrice americana cresciuta con i libri su fate, fantasmi e folletti, diventati poi la fonte di ispirazione delle sue storie.
È autrice delle serie "Fate delle tenebre", "Spiderwick" (con Tony DiTerlizzi), "Magisterium" (con Cassandra Clare) e dei romanzi I segreti di Coldtown e Doll Bones - La bambola di ossa e Nel profondo della foresta, tutti pubblicati da Mondadori.



IL ROMANZO



Titolo: Il Principe Crudele
Autore: Holly Black
Data di uscita: 25 Settembre 2018
Genere: Narrativa Fantasy
Pagine: 324


Jude era solo una bimba quando i suoi genitori furono brutalmente assassinati. Fu allora che sia lei che le sue sorelle vennero rapite e condotte nel profondo della foresta, nel mondo magico. Dieci anni dopo, l’orrore e i ricordi di quel giorno lontano e terribile ormai sfocati, Jude, ora diciassettenne, è stanca di essere maltrattata da tutti e soprattutto vuole sentirsi finalmente parte del luogo in cui è cresciuta, poco importa se non le scorre nemmeno una goccia di sangue magico nelle vene. Ma le creature che le stanno intorno disprezzano gli umani. E in particolare li disprezza il principe Cardan, il figlio più giovane e crudele del Sommo Re. Per ottenere un posto a corte, perciò, Jude sarà costretta a scontrarsi proprio con lui, e nel farlo, a mano a mano che si ritroverà invischiata negli intrighi e negli inganni di palazzo, scoprirà la sua propensione naturale per l’inganno e gli spargimenti di sangue. Quando però si affaccia all’orizzonte il pericolo di una guerra civile che potrebbe far sprofondare la corte in una spirale di violenza, Jude non ha esitazioni. Per salvare il mondo in cui vive è pronta a rischiare il tutto per tutto.



Credevo di dover essere buona e seguire le regole. Ma adesso ne ho abbastanza di fare la debole. Di fare la buona. Penso di voler diventare qualcosa di diverso.

Jude
 e Taryn Duarte sono due gemelline di 7 anni dai lunghi capelli castani, il viso a cuore e identiche d’aspetto, che vivono con i genitori e la loro sorella maggiore Vivienne di 10 anni. Le tre sorelle si vogliono un mondo di bene, anche se fisicamente non si assomigliano molto: Vivienne infatti ha le pupille verticali e due pelose orecchie a punta… per il suo aspetto alcuni bambini del vicinato talvolta la evitano, ma Jude e Taryn non potrebbero desiderare sorella maggiore migliore di lei.

In una pigra domenica pomeriggio un uomo con un lungo paltò scuro e le pupille allungate (proprio come Vivienne!) entra in casa loro accusando la loro mamma per averlo tradito dopo essersi finta morta ed esser fuggita mentre lui era in battaglia, e che per questo al suo ritorno lui ha vagato per molto tempo disperato senza sapere cosa ne fosse stato della moglie e della figlioletta… E così, in modo assolutamente improvviso e cruento, davanti agli occhi delle tre bambine, l’uomo sguaina una spada e uccide brutalmente i due genitori, rapendo poi le tre bambine! Non solo le porta con sé nella Terra degli Elfi sotto la Collina, ma rivela anche la sconvolgente notizia di essere il vero padre di Vivienne!

Per 10 anni le tre sorelle vivono quindi nella reggia di Madoc, generale del Sommo Re degli Elfi, dedito alla guerra ed essere sanguinario (tanto che ha un cappuccio intriso di sangue di tutti i suoi nemici uccisi in guerra, che ogni volta si macchia di una tacca di sangue in più), ma nonostante la sua durezza di carattere e l’uccisione della ex moglie per tradimento, alleva le figlie (in particolare le due gemelle) secondo la consuetudine del mondo magico, facendole accudire come tutti i figli dei Sangue Turchino ed insegnando loro a combattere, facendole giocare, tenendole in braccio e leggendo loro libri di strategia di guerra, proprio come se fossero davvero sue figlie.
Nonostante tutto, malgrado il trauma ed il dolore provato alla tenera età di 7 anni e lo sconvolgimento di essere strappate dalla loro casa, dal mondo degli umani che conoscevano ed essere state trasportate in un mondo magico dove vengono costantemente guardate come strane, quasi come “feccia umana”, Jude e Taryn vogliono bene a Madoc e si sentono in dovere di accontentarlo ed ubbidirgli… cosa che invece Vivienne non fa per niente.

I domestici adorano ripetermi quanto io sia fortunata – la figlia bastarda di una moglie infedele, un’umana senza una goccia di sangue magico – a essere trattata come se fossi una di loro. E a Taryn dicono la stessa cosa.
Lo so che è un onore crescere insieme ai figli dei Sangue Turchino. Un onore grandissimo che non mi meriterò mai.
E come potrei dimenticarmelo, con tutte le volte che me lo ricordano.


Le gemelle e Vivienne non sono le uniche figlie della casa, infatti la seconda moglie di Madoc, Oriana (pelle azzurrina e capelli candidi) ha avuto un figlio, il piccolo Farnia, un bimbo vivace e allo stesso tempo adorabile che ama saltare in braccio alle sorelle maggiori e le riempie di attenzioni ed affetto, mentre invece la madre le tollera a malapena, ben consapevole non solo della loro natura umana, ma anche del tradimento della loro madre sia verso il marito che verso l’intero mondo magico.

Vivo nel mondo magico da dieci anni. Niente qui mi sembra più strano, ormai. Sono io quella strana, con le dita normali, le orecchie arrotondate, e una vita breve come quella dell’effimera.
Dieci anni sono tanti per un umano.
Quando Madoc ci ha rapite dal mondo degli umani, ci ha portate qui nella sua fortezza a Insmire, l’Isola del Potere, dove il Sommo Re degli Elfi ha la sua roccaforte. È qui che ci ha cresciute, Vivienne, Taryn e me, per un obbligo d’onore. Anche se io e Taryn siamo la prova vivente del tradimento della mamma […]

La vita nel mondo magico scorre lenta e “tranquilla”, sempre che si possa definire tranquilla per le due gemelle umane derise e guardate male anche dai compagni di studi e da tutta la popolazione magica, ma c’è una cosa che Jude ha imparato presto nel mondo magico:

Le creature del mondo magico non possono mentire, perciò tendono a concentrarsi sulle parole e a ignorare i toni, soprattutto se non hanno mai vissuto con gli umani.

…e pertanto nonostante le prese in giro, i dispetti, le cattiverie e la minaccia degli incantesimi, Jude sa bene di poter contare almeno su una piccola cosa: le creature magiche non possono mentire, ma lei che è umane sì! E sebbene non ne tragga vantaggio, può sempre avere il beneficio del dubbio, irritando chi la disprezza. Innegabile però quanto le creature magiche, diverse tra loro per aspetto, razza e ceto sociale, abbiano un fascino che le contraddistingue…

«Sono ridicoli» dico a Taryn che segue il mio sguardo. Ma non posso negare anche che siano bellissimi. Le gentildonne e i nobiluomini del mondo magico, proprio come nelle canzoni. Se non dovessimo andare a scuola con loro, se non avessi provato in prima persona quanto possano essere terribili con chi osa contraddirli, probabilmente sarei innamorata di loro, come tutti.  

Taryn è una ragazza molto accondiscendente e tranquilla, a differenza di sua sorella Jude, che non vuole farsi mettere i piedi in testa per nessun motivo dai compagni di scuola, a maggior ragione ora che ha 17 anni.
Le cose però si complicano quando il principe Cardan (il più giovane dei 6 figli del Sommo Re degli Elfi) inizia a dimostrare sempre più palesemente l’odio ed il disprezzo che prova per Jude, tanto da sbeffeggiarla e da sfidarla davanti a tutti, ben consapevole del fatto che nessuno – insegnanti compresi – abbia il coraggio di contraddirlo in alcun modo, visto il suo rango.
Cardan indossa spesso il kajal nero negli occhi, un cerchio d’oro sui capelli neri ed oltre ad una raffinata e luminosa bellezza, è il più crudele e spietato fra i giovani del mondo magico. Quello che Cardan vede in Jude è una ragazza umana senza poteri né abilità di nessun tipo, invece lei non solo ha una spiccata propensione per il combattimento con la spada (frutto di dieci anni di duri allenamenti con Madoc) ma possiede anche un coraggio ed una tenacia singolari. E ha deciso che è giunto il momento di smetterla di essere presa in giro, soprattutto da Cardan.

Non hanno capito una cosa: sì, è vero che mi fanno paura, ma io ho sempre avuto paura, dal giorno in cui sono arrivata. Sono stata allevata dall’uomo che ha ucciso i miei genitori, cresciuta in una terra di mostri. Io ci convivo con la paura, lascio che mi entri nelle ossa e la ignoro.

Non posso svelarvi di più della trama di questo primo libro della saga (magari mi potrò sbilanciare maggiormente quando vi parlerò del secondo libro) ma vi assicuro che non vi annoierete nemmeno un secondo tra le sue pagine, proverete emozioni inaspettate e colpi di scena assieme alla protagonista (voce narrante del libro) dall’inizio alla fine e soprattutto divorerete il libro un capitolo dopo l’altro!
Lo stile scorrevolissimo, accattivante e magico di Holly Black ti trasporta in un mondo fantastico dove ogni situazione, anche la più assurda, viene raccontata in modo così chiaro e coinvolgente da farti sentire a tuo agio come se conoscessi questo mondo da sempre. La scelta poi di mettere come protagonista una ragazza davvero tosta nonostante sia umana e di conseguenza “in svantaggio” rispetto a tutti gli abitanti del mondo magico dove è costretta a vivere, rende non solo la trama più avvincente, ma anche il libro più stimolante ed entusiasmante.
Sì, lo ammetto: mi sono subito innamorata della scrittura della Black e il personaggio di Jude mi è entrato immediatamente in simpatia! Certo, durante la lettura troverete non pochi momenti tosti e colpi di scena, ma vi posso garantire quanto questo libro riesca a catturare pienamente l’attenzione mentre lo si legge e sappia immergervi in un mondo fantastico di cui vorrete scoprirne i segreti, i sotterfugi e le vittorie.

In particolare vi dico anche che la fine di questo primo libro vi lascerà col fiato sospeso… tanto da desiderare con impazienza l’uscita del libro seguente! 😉
Se leggete la sinossi del libro potete presagire che succederà qualcosa di travolgente, ma solo leggendolo scoprirete veramente cosa accade, il perché di taluni atteggiamenti, il fatto che, forse, nessuno sia poi così buono o così cattivo, e che dietro ogni piano ci sia sempre un perché.

E voi siete pronti a vivere nuove avventure assieme all’indomita, temeraria e sempre più intraprendente protagonista? Allora non vi resta che procurarvi “Il principe Crudele” e attendere l’uscita dei due seguenti... perché “Il Re Malvagio” non sarà l’unico libro di prossima pubblicazione. 😊
Vi lascio un piccolo indizio…

La serie The Folk of the Air è formata da:
1. The Cruel Prince (“Il Principe Crudele” pubblicato da Mondadori il 25 Settembre 2018)
1.5 The Lost Sisters
2. The Wicked King (“Il Re Malvagio” in uscita per Mondadori il 24 Settembre 2019)
3. The Queen of Nothing

Buona lettura e a presto

Nessun commento