[Review Party] PAPER KINGDOM - Erin Watt - Sperlin&Kupfer


Buongiorno Sognalettori, oggi vi parlo dell’ultimo e conclusivo volume della serie The Royal, "Paper Kingdom" di Erin Watt, edito da Sperling&Kupfer.
Dopo un cliffhanger che ci ha lasciate con il fiato sospeso, conosceremo le sorti di Easton e Hartley e saluteremo la famiglia Royal… lo so, ci mancheranno, ma tenevi pronte, perché presto il duo che lavora sotto lo pseudonimo di Erin Watt, tornerà in pista con due nuovi romanzi stand alone.

IL ROMANZO

Titolo: Paper Kingdom
Autore/Autrice: Erin Watt
Serie: The Royal Series Vol. 5
Finale: Conclusivo
Editore: Sperling &Kupfer
Data di uscita: 29 Maggio 2018
Genere: New Aadult
Pagine: 384
Prezzo cartaceo: 17,90€
Prezzo ebook: 8,99€


L'atmosfera in famiglia è più tesa che mai, e Easton, devastato dal senso di colpa per quanto è accaduto, si sente messo in un angolo. Suo fratello Reed ed Ella, sorella adottiva nonché sua migliore amica, sono ogni giorno più complici e innamorati. Gideon è a chilometri di distanza da casa, e i gemelli sono inseparabili persino nella drammatica situazione attuale. La leggenda dei fratelli Royal, belli e invincibili, sembra ormai un lontano ricordo. La forza dei Royal, infatti, esiste soltanto quando restano uniti, divisi sono dannatamente vulnerabili. Come Easton in questo momento. Facile preda delle brutte vecchie abitudini, si trova ad affrontare da solo lo shock più grande della sua vita: rischia di perdere parte della sua famiglia, e persino Hartley. La prima vera amica, dopo Ella. Un'amica che Easton voleva fosse qualcosa di più. Perché lei l'ha fatto ridere. Gli ha fatto credere in un futuro al di là dell'alcol, delle feste e del sesso. Gli ha fatto desiderare di essere una persona migliore. Ora però la sua luce si è spenta, e lui non è disposto a perderla. Non può perderla. E non lo permetterà. Il più impertinente dei Royal dovrà quindi crescere in fretta e assumersi le proprie responsabilità: per la sua famiglia, per il suo futuro - e per l'amore della sua vita.


“Hartley è arrivata nel momento in cui mi sentivo peggio. Mi ha fatto ridere. Mi ha fatto credere in un futuro al di là dell’alcol, delle feste e del sesso. E ora la sua luce si è spenta.”
Non mi posso sbilanciare troppo nel raccontarvi la trama, soprattutto se chi mi legge, non ha ancora letto Paer Heir, rischierei di cadere facilmente in qualche spoiler indesiderato e visto che io odio gli spoiler, cercherò di stare attenta.
Paper Kingdom riprende proprio da quell'incredibile cliffhanger che ci ha lasciato in ansia per quattro mesi, ritroviamo Easton, alle prese con i sensi di colpa, disperato, spezzato in due e con una gran voglia di alcol, si perché bere, è il solo modo che Easton conosce per non pensare, per non impazzire, per evadere dalla sua realtà, anche se adesso lui sa di dover necessariamente affrontare le conseguenze delle sue azioni.
Deve ripartire da capo, riconquistare e proteggere Hartley e allo stesso tempo deve rimettere insieme la sua famiglia.
"Eravamo amici. Dannazione, è stata la mia prima amica femmina oltre a Ella. Ci divertivamo insieme, la facevo ridere. Lei mi faceva… be’, mi faceva desiderare di essere una persona migliore. Non posso perderla. Non lo permetterò."
Ma non sarà affatto facile, il peso dei suoi errori sarà a volte insostenibile e il richiamo alle solite e vecchie tentazioni, difficile da non ascoltare.
Il suo pensiero corre sempre alla madre, l’unica che riusciva a comprenderlo davvero, anche solo con uno sguardo, l’unica che capiva il profondo bisogno di affetto che quel figlio di mezzo, diverso da tutti gli altri, non manifestava apertamente e adesso che la famiglia è divisa, Easton cerca in tutti i modi di aggrapparsi ad Hartley, l’altra donna della sua vita, quella che gli ha fatto venire voglia di essere un uomo migliore, quella che il Dongiovanni di casa Royal a capito di amare più della sua stessa vita.
"È nel silenzio che la avverto, la profonda solitudine che cerco di tenere lontano. La voragine nel mio cuore che ho provato a colmare con tante, tantissime ragazze diventa un canyon senza fondo, senza fine. Non sono più sull'orlo dell’abisso, intento a fissarlo. Ci sono dentro. Sto precipitando in picchiata nell'oscurità infinita."

Hartley invece, costretta da un padre corrotto e da una madre apatica a vegliare sulla sua piccola e indifesa sorellina, è divisa in due, da un lato la sua famiglia, che tenta in ogni modo di tenerla lontano dai Royal e dall'altra quell'incredibile e potente attrazione che la porta sempre a casa, la sua casa, Easton.

"Lui è il mio sole, il mio calore, la mia stella polare. Il mio oriente. Io sono la sua anima, la sua ragione di vita, il suo amore. Il suo cuore.”
Lo so, non vi ho detto molto, ma vi assicuro che non potevo e che mi ringrazierete perché Paper Kingdom va assolutamente letto!
Se Paper Heir mi era piaciuto, Paper Kingdom l’ho praticamente adorato.
L’ho trovato molto più scorrevole e coinvolgente, con una crescita dei personaggi molto più delineata e netta e tanti importanti temi di fondo come la depressione, il bullismo e le dipendenze da alcol e altre sostanze.
Non mancheranno anche in quest’ultimo romanzo i colpi di scena ed ovviamente tanti nodi verranno al pettine, nodi che ci consentiranno di capire di più il personaggio di Easton, le sue insicurezze e la sua profonda solitudine.

Allora ragazze siete pronte a salutare i fratelli Royal?
Io no, spero ancora in un colpa di coda, qualche piccola novella sui gemelli magari, ma come vi ho già detto, mi consolo, perché presto avremo ancora modo di leggere non uno, ma ben due romanzi di questo talentuoso duo di autrici, in uscita il 19 Giugno per la Sperling&Kupfer.
Vi lascio il link della recensione di Paper Heir e mi raccomando, andate a sbirciare anche le recensioni delle mie colleghe blogger.


Nessun commento