[Recensione] NON DIRGLI CHE TI MANCA - Alessandra Angelini - Newton Compton



Buongiorno amici lettori, oggi la mia recensione riguarda un libro non recentissimo ma che avevo in lista da un po', sto parlando di Non dirgli che ti manca, il libro d'esordio di Alessandra Angelini, pubblicato dalla Newton Compton Editori.
In occasione dell'uscita del secondo volume della serie, ho deciso di recuperare il primo e di fare finalmente la conoscenza dei Bad Attitude.



IL ROMANZO


Titolo: Non dirgli che ti manca
Autrice: Alessandra Angelini
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 17 novembre 2016
Genere: Contemporary romance
Pagine: 446
Prezzo cartaceo: 8,41€
Prezzo ebook: 0,99€

Isabella è a pezzi: da un lato deve vedersela con un padre di successo, per il quale non ci sono possibilità di futuro se non quello che ha immaginato lui stesso per sua figlia. Dall'altro perché il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto per lei, la tradisce spezzandole il cuore. Così Isabella decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l'imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. Farfalle nello stomaco e un desiderio mai provato prima sono gli effetti secondari di quell'incontro, che culmina in una notte di sesso bollente. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall'insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze di Isabella. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l'uno per l'altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più...



Non posso negare che avevo molte aspettative su questo libro perché quando uscì fu argomento di discorsi per molto tempo online.
Le mie aspettative sono state ampiamente soddisfatte, mi sono ritrovata davanti una storia d'amore, d'amicizia e di musica, ma c'è anche molto altro, si parla di crescita, di maturazione, del lungo e tortuoso cammino  della lotta e per liberarsi dalle dipendenze sia fisiche che psicologiche e si parla anche di famiglia.

Questa storia ci insegna che la famiglia non è solo quella che ti mette al mondo e ti cresce, ma sono parte di essa anche tutte le persone che ti accolgono, ti accettano per come sei e se c'è bisogno ti aiutano nel momento del bisogno e combattono l'uno per l'altro.
I protagonisti di questo libro sono Isabella e Denis, due ragazzi che non potrebbero sembrare più diversi ma che si cercano e si trovano a dispetto della vita.

Isabella è una giovane ragazza di buona famiglia che studia medicina.
Il rapporto con i suoi genitori è sempre stato tormentato, ha dovuto sottostare continuamente alle imposizioni paterne volte a mantenere intatto il buon nome della famiglia.


“Una volta credevo di avere tutto, una vita perfetta,una famiglia tipo, un fidanzato innamorato.Lo credevo. Poi ho aperto gli occhi e le ho viste...Ero stata costretta a riconsiderare quello che pensavo di sapere.Pormi le domande che avevo accantonato.Chi ero? Cosa mi spingeva avanti?E poi la domanda più difficile di tutte: ero davvero felice?”

Vittima di un padre padrone e di una madre assente emotivamente, si rinchiude per anni in una relazione a cui dice la parola fine dopo la scoperta dell'ennesimo tradimento.
Così scappa a Milano da alcuni parenti, dove conosce, durante un concerto, Denis, un batterista con cui trascorre una focosa notte di passione pur non conoscendo assolutamente nulla di lui.
Dopo quella notte Isabella scappa nuovamente non aspettandosi altro da Denis, ma la loro storia è solo all'inizio perché il destino vuole che i due si rincontrino a Bologna dove la ragazza si trasferisce per proseguire gli studi.
Denis è certamente un playboy che in passato ha avuto numerose avventure, situazione resa facile anche per il suo status di musicista.
Ma Denis non è solo questo, è un ragazzo molto dolce e protettivo, che dopo la notte con Isabella fa di tutto pur di ritrovarla perché fin dal primo momento sente che lei è diversa da qualsiasi altra donna incontrata prima.
La relazione fra i due progredisce e Denis si rivela anche molto paziente nel provare ad abbattere tutti i muri che ogni volta Isabella alza come difesa dei suoi sentimenti.


“Ogni volta che penso di aver trovato la chiave di lettura per comprenderti, per avvicinarmi a te, fai qualcosa che mi fa capire quanto sono distante in realtà. Ti sfioro, senza mai toccarti veramente” Denis parlò, immergendo lo sguardo nel mio. Quello era il canale attraverso cui le nostre anime comunicavano. “Smettila di allontanarmi. Fidati di me”. “Mi fido di te”. “Con le parole ne sei convinta ma c’è sempre qualcosa che non ti permette di lasciarti andare” disse, stringendomi finalmente tra le braccia. “Ce la voglio fare.”


Durante lo svolgersi della storia non sarà tutto rose e fiori ma ci saranno, per i due protagonisti, molti ostacoli da affrontare che metteranno a rischio il loro rapporto.
Sullo sfondo troviamo la band dei Bad Attitude, con i suoi componenti che formano una vera e propria famiglia di cui Isabella entrerà a far parte.
Il rapporto che i ragazzi della band hanno tra loro è bellissimo ed è un balsamo per il cuore di Isabella che in passato non ha mai potuto apprezzare pienamente il senso della parola famiglia.
È poi davvero emozionante l'amicizia che nasce tra la ragazza e Julien che aiuta ad uscire dal tunnel della dipendenza; ciò che li unisce è una profonda affinità delle loro anime che hanno una dolorosa tendenza all'autodistruzione.
Concludendo ho scoperto un libro che merita davvero di essere letto e un'autrice di talento e grande sensibilità.
A breve vi parlerò anche del secondo libro dedicato a Nico e devo dire di essere molto curiosa di leggere la sua storia, perché nel primo capitolo della serie è rimasto molto sullo sfondo.
A presto con una nuova recensione.



1 commento :

  1. Laura, non so come rigraziarti! Sono contentissima che la storia di Denis e Isabella ti sia piaciuta <3

    RispondiElimina