[Recensione] VORREI CHE FOSSI FELICE - Arianna Di Giorgio - Butterfly Edizioni



Buongiorno sognalettori, oggi vi parlo di Vorrei che fossi felice, romanzo di Arianna Di Giorgio,targato Butterfly edizioni.

IL ROMANZO

Titolo: Vorrei che fossi felice
Autore/Autrice: Arianna Di Giorgio
Editore: Butterfly edizioni
Data di uscita: 31 gennaio 2017
Genere: Contemporary romance
Pagine:110
Prezzo ebook: 1,99€


Jenny non si gode i suoi 25 anni. Da quando è sopravvissuta a un incidente stradale, in cui ha perso il suo fidanzato, è come se fosse morta insieme a lui. È un senso di colpa ogni sorriso che fa, ogni minuto, ogni respiro. Resta aggrappata al ricordo come se Emanuele fosse ancora vivo, lo sogna tutte le notti, lo pensa durante il giorno e si è promessa di non innamorarsi mai più. La famiglia e le amiche la spronano a reagire e per la prima volta, dopo tre anni dall'incidente, ritorna a Vietri nella villa ereditata dal nonno. Lì rivede Lorenzo, amico della sua adolescenza quando andava al mare, un ragazzo per cui da piccola aveva una cotta. Anche Lorenzo ha avuto degli anni difficili che lo hanno cambiato e ora è stanco di tenere per sé un segreto che si porta dietro da anni... La persona che si ritrova davanti, però, non è più la ragazzina tutta pepe e lentiggini che si ricorda e che gli stava sempre appiccicata durante le estati. Jenny è una donna diversa, fragile e bellissima, come il più bel fiore del mondo. Deve solo trovare il modo di sbocciare e lui le insegnerà a non reprimere la sua voglia di vivere, ma soprattutto a perdonare se stessa e a ricominciare ad amare...



Questo libro seppur breve è carico di emozioni che squarciano il cuore.

La protagonista è Jenny,una giovane ragazza che già nella vita ha subito un grande dolore,ha perso il suo grande amore,Emanuele, in un incidente stradale


La passione per le moto li ha drammaticamente traditi e lei è rimasta unica superstite della tragedia.
Per la ragazza è iniziato un periodo nero di dolore e depressione durante il quale ha cercato di farsi forza e continuare a vivere con scarsi risultati.
Sono passati due anni ormai e stanca di vivere in questa spirale di dolore decide di mollare tutto per un po' e si rifugia a villa Jenny,una casa al mare appartenuta al nonno.
Qui ritrova un'amica di sua nonna,Claudia e le sue inseparabili amiche dell'infanzia,Sonia e Lidia.
Ma rivede anche un amore del passato,Lorenzo,di cui era innamorata da giovane.
In questo ambiente sereno,circondata dalle onde del mare e dalla vicinanza delle amiche care Jenny inizia una lenta risalita per ricominciare a vivere.

“«Vedi, questa casa e tutto ciò che la circonda – il mare, il roseto, la vigna, la casetta di legno che mi ha costruito il nonno – fanno indiscutibilmente parte di me. I ricordi che conservo, me ne hanno fatto sentire una mancanza indescrivibile. Ho sempre amato Villa Jenny e il nonno sarebbe contento di rivedermi qui».”
Ma sarà soprattutto grazie a Lorenzo che il rimpianto per la vita che avrebbe potuto vivere in passato e che continua ad apparirle in sogno inizia lentamente a lasciare il posto ad un nuovo sentimento...la speranza,di continuare a vivere e amare nel futuro facendo tesoro del proprio passato.
“«Grazie ancora. Mi ha fatto bene piangere sulla spalla di un amico». «Be’, tra amici non c’è bisogno di dirsi grazie. E comunque non ho intenzione di lasciarti sola. So benissimo che il cuore regge meglio il peso di un problema, se lo si condivide con qualcuno».”

Ma la speranza porta con sé anche un po' di paura da cui per un attimo Jenny viene sopraffatta.
Ha paura di soffrire nuovamente e si sente in colpa a lasciar andare il ricordo di Emanuele,ma il destino tesse sempre la sua tela e le dimostra che a volte tutto accade per un motivo.

“Fu in quel preciso istante che capii, che presi una nuova consapevolezza di me stessa: non ero fuggita da casa perché il mio amore per Lorenzo non era abbastanza forte. Avevo solo paura. Paura di essere felice. Perché se lo fossi stata, avrei sentito di tradire Emanuele in qualche modo. E, invece, il risultato era che stavo tradendo semplicemente me stessa. Ora lo sapevo.
Avrei amato Emanuele per sempre. Ma non era più il caso di impedirmi di vivere.”
Un libro molto ben scritto,uno stile fluido e intenso. L'autrice delinea bene i due personaggi principali, Jenny e Lorenzo, facendoli amare al lettore con tutte le loro fragilità.
Complimenti all'autrice e alla prossima recensione.






3 commenti :

  1. sembra interessante ma forse troppo breve. solo 100 pagine?

    RispondiElimina
  2. Concordo con Luigi, sembra un libro molto interessante. ❤
    Anche se le pagine sono pochine, dalla tua recensione si capisce che è comunque ben sviluppato. ❤
    Metto in lista, sarà sicuramente una lettura emozionante. ❤
    Belli gli estratti. ❤

    RispondiElimina
  3. Che bello quando i libri sono intensi. Essendo 100 pagine sarà bello concentrato. Peccato che è la prima volta che lo veda.

    RispondiElimina