[BlogTour] "Il valore delle piccole cose" di Marco Vozzolo [Settima Tappa] - Recensione + estrazione giveaway




Buongiorno miei cari Sognalettori!
Come potete vedere, il banner di oggi è diverso dal solito... "La stanza dei libri speciali" è un luogo in cui entrano, solo quei libri che meritano un posto speciale nel cuore di noi lettori. Nel mio cuore, questo romanzo è entrato in un modo particolare. Curiosi?

IL ROMANZO

Titolo: Il valore delle piccole cose
Autore/Autrice: Marco Vozzolo
Editore: Leone editore
Data di uscita: 27 luglio 2017
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 353
Prezzo cartaceo: 13,90€



Lorenzo, in un solo giorno, perde il lavoro, scopre il tradimento della moglie perfetta e riceve la telefonata che gli cambierà la vita: suo padre, che non vedeva ormai da anni, è morto. Disorientato dagli eventi, è costretto a far ritorno al piccolo paese natio, dove il vecchio Antonio, amico inseparabile del padre, lo aiuterà a rimettere in sesto la modesta casa ereditata. Attraverso i ricordi di Antonio, Lorenzo rivivrà i giorni terribili dell'occupazione tedesca durante i tentativi alleati di sfondare la munitissima Linea Gustav; farà conoscenza del sergente delle SS Sturmann, esaltato e capace di nefandezze indicibili nei confronti dei civili, e del mite soldato Hans, costretto suo malgrado a obbedire agli ordini ma sempre bendisposto ad aiutare il piccolo Antonio donandogli sacchetti di sale, bene preziosissimo all'epoca, uno dei quali l'anziano ha conservato sul camino della propria casa. Così, mentre Lorenzo sarà impegnato a rimettere in piedi la sua vita e Antonio a combattere le sue antiche angosce, un evento straordinario stravolgerà, ancora una volta, l'esistenza di entrambi. I resti di un soldato tedesco verranno ritrovati da un cercatore di funghi e quel soldato si rivelerà essere proprio Hans.


Quando Giovanna del blog Un lettore è un gran sognatore mi ha proposto di partecipare al blog tour di questo romanzo, vi confesso che la prima reazione che ho avuto è stata di apprezzamento verso la copertina che è stupenda e per questo titolo, che mi ha fatta emozionare. Perché? Io sono convinta che le piccole cose hanno un valore immenso! Potevo lasciarmi scappare l'opportunità di leggerlo in anteprima? No. 
Così quando il 18 luglio il corriere mi consegna il libro, inizia per me la magia...

Lorenzo, nel giro di poche ore, verrà messo di fronte a tre fatti che distruggerebbero chiunque anche singolarmente, figuriamoci tutti insieme. 
Stesse cose, stesso tempo.Stesse quantità, stessi profumi.Ogni mattina iniziava con la stessa collaudata routine di sempre...
Routine?  E' giusto pensare, che fare le stesse cose ogni giorno sia una cosa orribile e che queste abitudini rendano la nostra esistenza piatta? 
Io non sono per niente d'accordo! 
Penso che queste "abitudini", siano le prime cose a mancarci quando perdiamo qualcosa, qualcuno, quando perdiamo noi stessi...
Sarà difficilissimo per voi lettori, restare distaccati durante la lettura. 
Vi ritroverete a sorridere...
<<Papino, facciamo che tu sei un alunno che ha lanciato una macchinina?>> Gli occhi le scintillavano di brio.
<<Certo. Sono un bravo alunno?>>

Il ditino anticipava la risposta: <<Un birbante, come Guglielmo. Ha lanciato una macchinina e non si può fare>>. 

<<E chi è Guglielmo, un tuo compagno?>>
<<Il mio fidanzato.>> Gli occhietti si vivacizzarono di accortezza. 
<<Ah!>>
<<Ma dai, papino, non essere geloso. Chiara sta con Leonardo, pensa un po'.>> Raccolse un quadernone e lo aprì.
Doveva trattarsi del registro. Lorenzo si domandò in che razza di scuola materna l'avesse mandata. Rifletté sulla leggerezza con cui apprendevano il concetto di fidanzamento e, soprattutto, con quale piglio disinvolto esprimevano certe cose dinnanzi a un padre indifeso e fragile. 
Vi arrabierete.
<<Signor Di Tauro, sono stanco di ripeterle che bisogna seguire la prassi dell'agenzia. Mi costringe a ricordarle che ci sono regole di vivere comune qui da noi. Se non l'avesse ancora capito, i sovversivi non piacciono da queste parti.>>
Vi arrabierete ancora e ancora...
<<Oh, caro Lorenzo, venga pure e si metta comodo. Non c'è nulla che non si possa risolvere con una bella chiacchierata tra persone civili.>> Gli indicò la poltrona. 
Senza accettare l'invito, Lorenzo cercò di protestare ma venne bruscamente interrotto. 

<<Fossi in lei ascolterei la proposta che le sto per fare.>> Posò il foglio che teneva tra le mani sul piano con la lentezza stucchevole di chi sta concedendo parte del proprio, prezioso, tempo . <<Adesso lei si mette in riga e, a testa bassa riprenderà a lavorare.>> Lo fissò.

<<E?>>
<<Voglio prendere questa... emh, domanda, come un'apertura. E, se farà come le ho detto tutto andrà bene. In caso contrario può star certo che non lavorerà mai più per quest'agenzia né per altre del settore. Sa benissimo chi ha di fronte e di quale influenza disponga. O per noi e alle nostre regole o per nessun altro...>>
Dopo il lavoro, è il turno della moglie Carlotta che lo tradisce... Poi, la telefonata che darà il colpo di grazia al povero Lorenzo, in quella giornata orribile.
L'autore è stato veramente bravissimo nel creare dei personaggi così reali, così facili da amare o odiare a seconda di chi si "legge". Tante volte avrei voluto abbracciare Lorenzo e tantissime volte avrei voluto prendere a schiaffi Carlotta. 
Dopo la telefonata, Lorenzo parte per il paese del padre, per partecipare al funerale. 
Piangerete, tanto...
Durante la lettura, tante domande vi passeranno per la mente.
<<Papà... è proprio vero. Non so come ho fatto ad arrivare a questo punto ma sembrava non avessi un giorno per dedicarmi a te. Ogni parte del mio tempo l'ho destinata a una carriera che non ho più, una famiglia che non ho più, e tutto per vivere in un posto che detestavo. Papà caro, hai ragione ad avercela avuta con me. E adesso mi sono reso conto...>> gli si incrinò la voce. <<Adesso solo me ne sono reso conto che avrei dovuto passare del tempo con te, abbracciarti, parlarti e parlarti ancora......Adesso, papà, mi sento solo. Solo... E la ritengo la giusta punizione per aver reso te altrettanto solo.
Non vi racconterò più nulla della storia perché è giusto che voi lettori vi godiate questo viaggio. Un viaggio attraverso la storia che vi porterà alla scoperta dei valori veramente importanti, soprattutto quello delle piccole cose. Un viaggio tra presente e passato, che si alternano perfettamente in questi capitoli. L'autore ha fatto un grande lavoro di ricerca e lo si percepisce in ogni pagina. Non è semplice raccontare la "storia", riuscendo ad emozionare il lettore, toccando i tasti giusti. Lui ci è riuscito perfettamente. 
Allora miei cari Sognalettori, ora non vi resta che acquistare questo romanzo, mettervi comodi e godervi la lettura con questa storia che riempirà le vostre vite con un bagaglio importante, da custodire nei vostri cuori. 














4 commenti :

  1. Wowww sono strafelicissimo di aver avuto questa grande opportunità.
    Meravigliosa anche la Recensione sarà uno di quei libri che lasciano il segno.

    RispondiElimina
  2. Stupenda recensione, come sempre. Mi ha incuriosito, davvero molto. Gli estratti che hai inserito poi sono davvero incastrati alla perfezione nel discorso e, come te, non penso che la routine sia una cosa negativa, anzi. Ora corro a mettere questo libro nella lista da leggere :P

    RispondiElimina
  3. Complimenti a salvatore!!! una bellissima recensione Sara...sono curiosissima di scoprire questo romanzo e questo autore...mi ha subito incuriosito dalla sinossi e dalla copertina...avete organizzato un blog tour veramente meraviglioso...complimenti a tutte!!!

    RispondiElimina
  4. Complimenti Salvatore ❤
    Questo libro deve essere bellissimo ❤
    Bellissima la tua recensione Sara, mi hai convinta, si vede che ti è piaciuto davvero tanto... ❤
    Bellissimi ed emozionanti gli estratti che hai pubblicato, non vedo l'ora di leggere questo libro che sono sicura entrerà a far parte del mio cuore ❤

    RispondiElimina