3° Tappa Blogtour: "IL METODO" di Shannon Kirk edito Rizzoli


Buongiorno sognalettori!
Oggi ho il piacere di ospitare una tappa del blogtour di un thriller veramente molto particolare... potrei definirlo "metodico". Prima di spiegarvi cosa intendo, vi lascio le info sul romanzo.

IL ROMANZO

Titolo: Il metodo
Autore/Autrice: Shannon Kirk
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 9 febbraio 2017
Genere: Thriller
Pagine: 350
Prezzo cartaceo: 18,00€


Una ragazza di sedici anni, incinta e vulnerabile, è appena stata rapita, strappata alla serenità della sua casa per essere scaraventata sul pianale di un furgoncino lurido. La stessa ragazza ha però un talento assoluto nel manipolare gli altri. Fin dal primo istante del suo rapimento desidera solamente salvare il figlio che sta per venire al mondo, liberarsi e prendersi la sua spietatissima vendetta. Nel raggiungere lo scopo è metodica, calcolatrice, scientifica. Che sia una fredda sociopatica? Non vuole lasciare nulla al caso, ogni sua scelta, ogni mossa, è portata avanti con estrema sicurezza. Manca solo il momento giusto per colpire. Adesso chi è la vittima? E chi il carnefice?



Parlare di questo romanzo non è semplice perché quando si tratta di thriller, lo spoiler è dietro l'angolo. Come avete letto nella trama, la storia inizia con una giovane ragazza incinta che viene rapita, voi penserete "oh povera ragazza", "ora morirà?", "la tortureranno?" ... 
Miei cari lettori, questa ragazza vi metterà a dura prova! Perchè lei è metodica, calcolatrice e veramente furba! Durante la lettura, mi è capitato più volte di esclamare frasi del tipo: "SUL SERIO?!" "STAI SCHERZANDO?!" .
Il Giorno 4 ero già a buon punto con l’elenco delle mie risorse e un abbozzo di vendetta, il tutto senza avere nemmeno una matita, ma soltanto un bloc-notes mentale sul quale imbastire delle possibili soluzioni. Era un rompicapo, lo sapevo, ma uno che ero decisa a risolvere... Un’asse del pavimento staccata, una coperta rossa fatta a maglia, una finestra alta, travi a vista, una serratura, le mie condizioni... Come faccio a metterli insieme? Ricomposi quell’enigma più e più volte, cercando altre risorse.
Devo però confessarvi una cosa! Le eccessive descrizioni, a mio avviso un po' tanto schematiche, non mi sono piaciute tanto. Le ho trovate pesantuccie, ma grazie al cielo l'autrice ha saputo creare una storia ricca di colpi di scena, che mi hanno tenuta incollata alle pagine. 
Il Giorno 17 ci furono visite. Il Dottore, Mister Ovvio, e stavolta uno sconosciuto. Li sentii fermarsi dietro la mia porta esattamente all’1.03 del pomeriggio, secondo la Risorsa n. 16, la mia radiosveglia, che avevo regolato in base all’ora data dal telegiornale della sera trasmesso dalla Risorsa n. 14, la TV. Otto minuti prima del loro arrivo, il mio carceriere mi infilò una federa in testa e strinse le estremità della stoffa intorno al collo, fermando il tutto con una lunga sciarpa. Riconobbi le nappe toccandole, e me le rigirai tra le dita per calmare i nervi. Fece uno squarcio nella federa con le forbici e le sue manacce sudicie, immagino per farmi respirare. 
Ora ditemi voi se tutti questi dettagli non vi danno noia. Per fortuna ho trovato spesso delle parti che mi hanno dato "la spinta" per continuare la lettura e devo dire che non me ne sono pentita affatto! La nostra protagonista è una ragazza "particolare", cosa intendo?
Se c’è un talento che affinai durante la prigionia – instillatomi per volere divino, o per osmosi a causa dei modi da generale di mia madre, o grazie alle lezioni di mio padre nell’arte dell’autodifesa, o per istinto naturale dettato dalle mie condizioni – fu quello del soldato sul campo di battaglia: condotta ferma, fredda, calcolatrice, vendicativa e calma. Questa flemma non mi era nuova. Infatti, quando andavo alle elementari uno psicologo della scuola aveva insistito affinché mi facessi visitare, su segnalazione della direttrice che si era detta preoccupata delle mie scarse reazioni e della mia apparente incapacità di provare paura. 
Lei non ha paura! Vuole salvare il proprio bambino e attuare la sua vendetta! Perchè lei è una tosta... e nasconde qualcosa dietro la sua "apparente incapacità di provare paura", ma sarà realmente così? Cosa combinerà? 

Posso dirvi che io sono rimasta senza parole, sono curiosa di sapere cosa farà Deborah al posto della nostra protagonista, non vedo l'ora di leggere!!! Non perdetevi la sua tappa il 15 febbraio sul blog LEGGENDO ROMANCE. Prima però, vi aspetta Claudia per raccontarvi qualche storia di rapimenti, domani sul blog L'UNIVERSO DEI LIBRI. 





Alla prossima!





8 commenti :

  1. ahahah, sono curiosa anch'io di sapere cosa scriverò anche perché la protagonista mi sta sconvolgendo XD

    RispondiElimina
  2. Bellissima tappa! Questo libro mi intriga lo segno nella mia whislist

    RispondiElimina
  3. Questo finisce in WishList ♡.♡

    RispondiElimina
  4. WOW che bello *_* Sicuramente va in Wl.

    RispondiElimina
  5. Bella tappa! Questo libro mi ispira tanto e mi aspetto emozioni adrenaliniche! :o

    RispondiElimina
  6. Che storia particolare! Mi hai fatto proprio venire la curiosità di leggere questo libro!

    RispondiElimina