Consigli di lettura: Lo strano viaggio di un oggetto smarrito di Salvatore Basile

Voglio consigliarvi un libro che mi ha incuriosito da subito! 



Un titolo particolare! Una copertina curiosa, delicata, e i due protagonisti al centro con un cuore davanti al viso, quel cuore che ha girato per tante città e che ha attirato tantissimi ragazzi e ragazze! 






È la storia di un ragazzo che ha dimenticato cosa significa essere amati.
È la storia di una ragazza che ha fatto un patto con la felicità, nonostante il dolore.
È la storia di due anime che riescono a colorarsi a vicenda per affrontare la vita senza arrendersi mai

C'è sempre un colore che può illuminare i nostri sogni

Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po' ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario, lo ripone nella valigia, ma promette di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina. 

Sono passati vent'anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l'unica compagnia degli oggetti smarriti che vengono trovati ogni giorno nell'unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano.
Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, incastrato tra due sedili, Michele ritrova il suo diario. Non sa come sia possibile, ma Michele sente che è sua madre che l'ha lasciato lì. Per lui.
E c'è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito.
Questa è la storia di un ragazzo che ha dimenticato cosa significa essere amati. È la storia di una ragazza che ha fatto un patto della felicità, nonostante il dolore. È la storia di due anime che riescono a colorarsi a vicenda per affrontare la vita senza arrendersi mai. Salvatore Basile ci regala una favola piena di magia, emozione e speranza. 



Ho avuto il piacere di conoscere Salvatore Basile ad una presentazione ad Alghero, e ho trovato una persona davvero particolare: molto simpatico, cordiale e socievole. Ma sopratutto un autore che non puoi fare a meno di ascoltare, è un mix di saggezza e sani principi, una persona da cui si può imparare tanto. Per esempio, mi ha colpito molto la sua risposta alla domanda: "Cosa rappresenta per te un viaggio?". Ha risposto coinvolgendo il pubblico con un gioco. Ognuno di noi doveva pensare ad un sogno, assicurandoci che si realizzerà, poi a ciò a cui non potremmo mai rinunciare e infine avremmo dovuto dargli proprio quest'ultimo. "Questo per me è un viaggio. Con questo gioco avete fatto un viaggio dentro di voi, con sacrifici, rinunce e tutto il resto". Da un autore del genere ci si può aspettare solo un grande libro! 



Tutti in libreria, forza!! :) 



1 commento :

  1. Meraviglioso, ho amato Michele e Elena... Lo consiglio anch'io :)

    RispondiElimina