LA PAROLA AI LETTORI - Parliamo di libri con Pamela Fattorelli

Cari Sognatori!
Oggi inauguro una nuova rubrica con la fata che ha esaudito il mio desiderio, realizzando questa grafica meravigliosa...vorrei lasciare a voi lettori, uno spazio in cui parlare di libri! Secondo me, è un modo carino per farvi conoscere tantissimi libri. 
Sarà Pamela Fattorelli ad aprire le danze in questo spazio! 

1. Qual è il tuo genere preferito? 
In realtà non ho proprio un genere preferito. Mi piace leggere un po' di tutto, a seconda del periodo e delle necessità. Ci sono dei momenti in cui sono necessarie letture leggere, altri in cui anche un bel fantasy da 700 pagine può aiutarti ad affrontare la quotidianeità! Diciamo che non sono un'assidua lettrice di thriller, ecco. Quello è un genere che mi manca. Per il resto leggo di tutto, a parte i generi troppo HOT che non fanno decisamente per me. Sono più tipa da Hoover e Tucker, quando si tratta di romance. Non mi definirei una lettrice di libri tipo Cinquanta sfumature di grigio, per esempio :P Anzi, direi che di solito l'eccessiva volgarità o le frasi troppo spinte mi lasciano un po' (troppo) perplessa e mi infastidiscono. Oppure mi fanno ridere di gusto :P

2. L'ultimo libro che hai letto?
"Signora della Mezzanotte" di Cassandra Clare. Libro che mi ha totalmente sconvolta, tanto da impedirmi di leggere altro per una settimana. E' l'effetto che mi fa la Clare ogni volta. Non so come mai, ha la capacità di farmi sembrare tutto il resto "insulso"! Ha creato questo mondo di Shadowhunters da cui è difficile uscire ogni volta. Purtroppo però bisogna farlo, anche perché ci sono davvero tantissimi altri libri che mi aspettano e non posso rimanere mentalmente bloccata sulle sue storie. Anche se, ripeto, è davvero molto difficile. Consiglio a tutti la lettura dei suoi libri. Certo, sempre se piace il genere.

3. Il libro che stai leggendo ora?
Ora sto leggendo "La ragazza dell'ultimo banco" di Andrea Portes. L'ho iniziato ieri sera. Me l'ha inviato la Newton Compton poco tempo fa e ammetto che non ne avevo mai sentito parlare. Non sapevo nemmeno che genere fosse, anche se dal titolo e dalla copertina si può facilmente immaginare :) Devo dire che l'autrice mi ha sorpreso, ha uno stile molto particolare e ieri sera in pochissimo tempo mi sono letta la bellezza di 100 pagine. E' molto ironica e ha la capacità di coinvolgere totalmente il lettore, tanto da impedirgli di appoggiare il libro sul comodino. Non conosco la trama perché io non le leggo mai. Trovo che molto spesso svelino parte della storia e la cosa mi infastidisce molto. Preferisco scoprire un libro pian piano, senza nessun tipo di anticipazione. Devo dire che per adesso il libro della Portes mi sta piacendo moltissimo! Sicuramente la settimana prossima troverete la recensione sul blog ;)

4. Sai già quale libro leggere dopo?
Si, leggerò "Ovunque con te" di Katie McGarry. Non ho mai letto niente di questa scrittrice ma ne ho sempre sentito parlare molto bene. So dell'altra serie pubblicata dalla De Agostini e ho intenzione di leggerla al più presto. Nel frattempo inizierò a conoscerla grazie a questo libro. Si tratta di uno YA, ma come ho scritto prima non leggo mai le trame, quindi non saprei proprio dirvi di cosa parla. Di solito vado a sensazione quando si tratta di scegliere un libro. Spesso scelgo in base alla copertina, oppure in base a quello che leggo sui social come GR o Facebook, dove ci sono le opinioni di ragazze o blogger che conosco. In questo caso so che sta piacendo molto e ho letto pareri positivi, spero sia lo stesso anche per me.

5. Consigliaci qualche libro... 
Oddio, questa è una domanda davvero difficile. Ne avrei tipo un centinaio da consigliare ma vabbé, mi concentro su alcuni dei più recenti :P

Allora, ne consiglio uno che ho letto da pochissimo e che mi ha letteralmente conquistata: "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh. Perché lo consiglio? Perché è uno di quei libri capaci di sconvolgerci fin dal principio, quelli che ci conquistano nel giro di poche righe. Almeno, per me è stato così. Sarà che sono una sognatrice e che adoro le storie di magia, amore, amicizia e speranza. Adoro le storie che ci fanno sognare ad occhi aperti. 

Poi, dato che è da poco uscito il secondo, consiglio la lettura di "Firebird - La caccia" di Claudia Gray a tutti gli amanti di storie che narrano di mondi paralleli e di infinite possibilità. "Firebird - La difesa" se non erro è uscito l'8 aprile, di conseguenza sarebbe un'ottima occasione per averli entrambi tra le mani e non dover attendere (come ho dovuto attendere io) il seguito.

Sempre per restare in tema "mondi paralleli", e sempre perché non mi stancherò mai di consigliare la lettura di questa trilogia, dico a tutti: leggete "Queste oscure materie" di Philip Pullman. E' una trilogia meravigliosa. E' completa, pubblicata, non sarà mai una serie interrotta. Non fatevi trarre in inganno dal film, che purtroppo è stato un flop nonostante i personaggi fossero assolutamente perfetti. Leggete questi libri, dico davvero. Ne vale la pena.

6. Hai delle citazioni che ami particolarmente? 
Tutte le citazioni che amo di più sono tratte dallo stesso libro: "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry. Un libro che ognuno di noi dovrebbe leggere almeno una volta nella vita. Io lo rileggo una volta all'anno. E' un libro che mi ha plasmato, in un certo senso. E ogni volta mi emoziona e mi commuove come se fosse la prima.

Ecco alcune delle citazioni che preferisco:

- Ma se mi addomestichi, avremo bisogno l'uno dell'altra. Per me tu sarai unico al mondo. Per te io sarò unica al mondo...
- «Allora non ci guadagni niente!» «Ci guadagno», disse la volpe, «a causa del colore del grano».
- Ecco il mio segreto. È molto semplice: si vede solo con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi. 
- Diventi responsabile per sempre di ciò che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa...


Adoro anche i libri di Paulo Coelho e ci sono tantissime citazioni di questo autore che mi piacciono. In particolare quelle tratta da il "Manuale del guerriero della luce" e da "L'alchimista".

Eccone una che mi piace particolarmente da "Il Manuale del guerriero della luce":

«E' curioso» commenta il guerriero della luce tra sé e sé «Incontro tanta gente che, alla prima occasione, tenta di mostrare il lato peggiore di sé. Cela la forza interiore con l'aggressività; dissimula la paura della solitudine con un'aria di indipendenza. Non crede nelle proprie capacità, ma vive proclamando ai quattro venti i propri pregi.»

Il guerriero della luce legge questi messaggi in tanti uomini e tante donne che conosce. Non si lascia mai ingannare dalle apparenze, e fa di tutto per rimanere in silenzio quando tentano di impressionarlo. Ma coglie l'occasione per correggere le proprie mancanze, giacchè gli uomini sono sempre un ottimo specchio.

Un guerriero approfitta di qualsiasi opportunità per imparare.


7. Concludiamo con una domanda cattivella... C'è un libro che proprio non ti è piaciuto? 
Eh si, purtroppo c'è. Sono indecisa sinceramente, perché ce n'è più di uno veramente. Però mi concentererò su "Onyx" di Jennifer L. Armentrout, un libro grazie al quale ho deciso di non portare a termine la lettura di una serie. Avevo letto "Obsidian" qualche mese prima, non mi aveva entusiasmato ma credevo che la scrittrice avesse un potenziale. Purtroppo mi sono dovuta ricredere, perché "Onyx" è stato una vera a propria delusione. Ma roba del tipo "adesso lo prendo e lo lancio dalla finestra". So che questa serie è piaciuta a molti e non giudico nessuno, ma per me proprio è stato UN GRANDISSIMO NO. 
Se volete qui potete trovare la recensione e le mie motivazioni: http://il-cibo-della-mente.blogspot.it/2014/05/recensione-di-jennifer-l-armentrout.html
Avete letto qualcuno di questi libri? Se anche voi avete voglia di partecipare a questa rubrica, potete inviarmi una email (potete trovarla su INFO E CONTATTI), rispondendo direttamente a queste domande. Non dimenticatevi di inserire nell'oggetto "INTERVISTA LETTORI" e il vostro nome e cognome per potervi citare nel post. 


Nessun commento :

Posta un commento