[Il diario di Dalila] Libri da leggere sotto l'ombrellone


Buongiorno sognalettori! Pronti per l'estate? Quali libri porterete sotto l'ombrellone? Se avete ancora dei dubbi oggi vi darò qualche consiglio... cominciate a preparare la borsa!! 


Di questo magnifico romanzo ve ne ho parlato ampiamente in diversi post, ma ve lo riconsiglio perché merita assolutamente, quindi tutti con le farfalle in spiaggia!

IL ROMANZO

Titolo: La casa delle farfalle
Autrice: Silvia Montemurro
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 29 maggio 2018
Genere: Narrativa contemporanea
Prezzo cartaceo: 18,50€
Prezzo ebook: 9,99€


Si torna sempre dove i ricordi più belli somigliano al volo di mille farfalle bianche. Anita ha trent'anni e insegna biologia all'Università di Colonia. Non ama gli aerei e soffre di vertigini, ma non saprebbe spiegarne il motivo. Quando la sua vita viene sconvolta da un tragico evento, in crisi lascia Hans, il suo compagno, per tornare nei luoghi dov'è cresciuta – in treno naturalmente. Lì, sul lago di Como, è decisa a ritrovare se stessa. Mentre passeggia cullata dallo sciabordio delle onde, incontra una bambina dai tratti giapponesi e dalla voce meravigliosa. Si chiama Yoko e, proprio come lei, è segnata da una ferita difficile da rimarginare. Presto Anita, leggendo il diario della nonna Lucrezia, scoprirà di essere legata a Yoko da una storia rimasta sepolta per anni, che unisce le loro famiglie. Tutto ha origine nel 1943, quando la casa di Lucrezia, la villa delle Farfalle, viene occupata da alcuni ufficiali tedeschi. Tra lei e Will, uno degli ufficiali, nasce un sentimento dirompente, ma la guerra sembra ostacolarli.in questo romanzo ricco di grazia e femminilità si intrecciano due storie mozzafiato, dal passato ai giorni nostri. Perché la forza dell'amore, quello vero, non si dissolve con il trascorrere degli anni ma perdura nel tempo.


Questo non può assolutamente mancare sotto l'ombrellone. Adatto a tutti, curioso, simpatico e profondo. Ve ne parlerò i primi di lugli nella mia recensione, non perdetela!

IL ROMANZO

Titolo: Frammenti di felicità
Autrice: Anne Østby
Editore: Garzanti
Data di uscita: 17 maggio 2018
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 300
Prezzo cartaceo: 17,60€
Prezzo ebook: 9,99€


Nel bel mezzo dell'oceano Pacifico c'è una piccola isola dove la terra incontra il cielo e il mare è così cristallino da riempire gli occhi di meraviglia. È qui che Kat ha scelto di vivere trovando nelle onde calde di sole e nelle distese di sabbia bianchissima frammenti di una felicità più grande. Una felicità costruita con pazienza, pezzo dopo pezzo, e che ora è pronta a condividere con le amiche di una vita. Per questo invia a ognuna di loro una lettera: per sfidarle a rischiare, a lasciarsi alle spalle tutto quello che non ha funzionato e ricominciare insieme all'ombra delle palme fijane. Nessuno saprebbe resistere a una proposta tanto allettante. Nemmeno Sina, madre single con un figlio egoista e arrogante. O Maya, a cui la vita sta scivolando tra le dita un poco ogni giorno. O ancora Ingrid, troppo abituata alla solitudine, e Lisbeth, prigioniera delle apparenze. Armate solo di intraprendenza ed entusiasmo, le quattro amiche trovano il coraggio di trasferirsi sull'isola e, sotto la guida sapiente di Kat, danno vita a una piccola fabbrica di cioccolato. Un luogo speciale, dove imparano a racchiudere in bocconi cremosi e vellutati tutto il loro amore per la vita. Un luogo dove, istante dopo istante, avvolte dall'aroma intenso del cacao, riscoprono una nuova forma di leggerezza e arrivano a gustare il sapore dolce della libertà. Ma anche in un paradiso come questo, dove il tempo sembra essersi fermato in un eterno presente, è impossibile non fare i conti con l'ombra lunga del passato. Sina, Maya, Ingrid, Lisbeth e la stessa Kat non tarderanno a confrontarsi con i segreti che ognuna di loro si porta dentro e che rischiano di mettere a dura prova il loro legame e tutto quello che hanno costruito insieme.


E infine vi consiglio il nuovo libro di Federica Bosco, ma lo consiglio anche a me, è nella mia lista, non ho ancora avuto il piacere di leggerlo. Un titolo molto curioso, mi riguarda molto perciò se davvero esiste un manuale o comunque soluzioni a questo "problema" che ci complica in positivo e a volte in negativo la vita... bé, non posso perdermelo, e neanche voi!! 

IL ROMANZO

Titolo: Mi dicevano che ero troppo sensibile
Autrice: Federica Bosco
Editore: Vallardi A.
Data di uscita: 3 maggio 2018
Genere: Psicologia
Pagine: 234
Prezzo cartaceo: 15,90€
Prezzo ebook: 8,99€


«Ho sempre saputo di essere troppo sensibile. Fin da quando ero piccola mi accorgevo di non percepire le cose come gli altri bambini, ma di sentirle in maniera molto più profonda, intensa, lacerante, da qualche parte fra il cuore e la pancia. Però non riuscivo a esprimerle in nessun modo...» È così che Federica Bosco ci introduce tra i chiaroscuri di un universo ancora sconosciuto, spesso trascurato persino dalla psicologia e dai tanti specialisti che dovrebbero occuparsi delle mille sfumature dell'animo umano. Un universo popolato da creature particolarmente 'frangibili', dotate di antenne che percepiscono con la potenza di radar le gioie e il dolore altrui, che si sentono diverse dai più, e spesso a disagio, che temono i rumori e qualunque stimolo violento, che si definiscono certamente 'difficili', ma anche creative, generose ed empatiche. Insomma, creature ipersensibili. Ed è nel loro mondo segreto, tra le sfumature di personalità complesse e affascinanti, tra idiosincrasie e virtù, che ci porta per mano una delle scrittrici italiane più amate, firmando un libro che è insieme un manuale e un'intima confessione, capace di dare a chi fino a oggi si è sentito solo e incompreso il coraggio, l'autostima e la forza per alzare la testa. Mettere le ali. E scoprire che quello che credevano un handicap in realtà può essere uno straordinario superpotere.




1 commento

  1. Dalila grazie, tutti e tre bellissimi, il genere di libri che amo leggere !!!!!

    RispondiElimina