Recensione: "MIA" di Daniela Ruggero


Carissime Sognalettrici e carissimi Sognalettori,
Quest’oggi sono felicissima di potervi parlare dell’ultimo libro di Daniela Ruggero, un’autrice che ogni volta mi stupisce sempre più.


IL ROMANZO

Titolo: Mia
Autrice: Daniela Ruggero
Editore:
Data di uscita: 2017
Genere: Romanzi rosa
Pagine: 220
Prezzo cartaceo:
Prezzo ebook: 1,42€  


L'amore che unisce Mia e Dave è intenso quanto la loro giovane età. Nonostante lui debba partire per frequentare la London School of Economics, decidono di proseguire la loro relazione a dispetto della distanza che li separerà. Josh è il cugino di Dave, dopo aver conseguito la laurea si trasferisce in Italia per mantenere fede alla promessa fatta alla madre sul letto di morte. Le loro vite si intrecceranno in modo inaspettato. Mia assaporerà il gusto amaro delle lacrime, del tradimento e del rimorso. Imparerà a sue spese quanto possa essere profondo l'abisso del dolore e come rinascere e cambiare pelle sia l'unica via per onorare la vita.




Con il suo stile incalzante, sempre dinamico, riesce a incatenare il lettore all’e-reader in un modo unico e travolgente, facendolo diventare un tutt’uno con la storia. In particolare, in quest’ultimo suo romanzo, Daniela racconta la vita di Mia, una ragazza che, nonostante la sua giovane età, ci coinvolge direttamente in prima persona nelle sue emozioni, facendoci da subito amare il suo Dave...

Spogliandomi sento il profumo di Dave sulla mia pelle”

Mia sente questo legame in un modo talmente profondo da concedere completamente il suo cuore a Dave, nonostante l’imminente partenza del ragazzo per Londra, città nella quale lui frequenterà il corso di laurea in Economia. Mia rimarrà a Torino e proseguirà gli studi universitari, ma è convinta più che mai che nulla potrà ostacolare il loro amore.

La distanza può far vacillare anche le coppie ben consolidate, ma non è nella mia natura lasciarmi intimorire dalle difficoltà. Ho deciso, quindi, di vivere fino in fondo questa relazione e lasciarmi trasportare senza dare peso a ciò che potrebbe accadere.”

La poca razionalità che ci teneva agganciati alla realtà si dissolve nel piacere carnale. La scoperta dell'alchimia che i nostri corpi creano incastrandosi perfettamente mi trascina alladeriva di una marea di emozioni. Annego alla scoperta di un mondo di passione, un mondo fatto di noi.”

Nonostante i buoni propositi, però, si sa che la vita riserva a volte delle sorprese. E se le sorprese si chiamano Josh e sono alquanto affascinanti, i dubbi possono farsi largo dentro al cuore, trasformandoli in certezze.

Josh è diventato una presenza costante nella mia routine, trascorre molto tempo con me e la mamma a casa […] il mio corpo reagisce in modo bizzarro alla sua presenza”

L’autrice è stata capace di farmi innamorare di Josh, per il quale ho sentito un’attrazione particolare sin da subito.

«Ho desiderato baciarti dalla sera in cui ti ho vista la prima volta. Brucio per la voglia di toccarti, di fare l'amore con te e darti tutto ciò che sento. […] Come ha potuto quell'idiota lasciarti andare? Io avrei strisciato da te implorandoti di perdonarmi.»”

Ho adorato anche e soprattutto Mia, sentendomi combattuta insieme a lei sulle scelte fatte lungo il cammino. Ho amato insieme a lei, ho avvertito le sue sensazioni, i suoi timori, la sua sofferenza…

Sapete perfettamente quanto non ami fare troppo spoiler sui libri, in quanto a parer mio ogni lettore deve assorbire le emozioni lasciandosi trasportare dalla lettura, riga dopo riga, senza alcun tipo di “plagio esterno”, ma desidero soltanto dirvi di non dare mai nulla per scontato quando leggete un romanzo di Daniela Ruggero. Quello che ho sempre amato di lei - e quello che mi ha fatto compagnia dall’inizio del libro fino alla fine - è quella sorta di “allerta”. Ebbene sì! A ogni riga temevo sempre un colpo di scena da un momento all’altro, che avrebbe stravolto la storia, ma il bello di questa autrice è che, nonostante eventuali eventi stravolti, riesce a tessere la tela alla perfezione, donando un quadro spettacolare. Il lettore viene travolto dall’inizio alla fine in un vortice tale da restare in apnea fino alla fine della storia. E quando si arriva proprio alla fine si spera ce ne sia ancora!
Cosa sento di dire in ultimo di questo libro? Beh… che deve essere letto per sentire sotto pelle il fremito causato dalle forti emozioni presenti in ogni riga del libro. Complimenti sinceri all’autrice perché è stata capace – anche questa volta - di stupirmi!

Rimango sola con lui, con l’amore che mi ha dato. Le sue labbra avide che mi hanno nutrita di vita e di speranza. Gli occhi profondi e caldi fissi su di me”

Avete condiviso un respiro di vita, non lo perderai mai”

Alla prossima lettura carissime/i.

La vostra Ale. 






Nessun commento :

Posta un commento