[Recensione] LEZIONI DI DISEGNO - Roberta Marasco - Fabbri Editore


Salve amici lettori, sono qui oggi a parlarvi del nuovo libro di Roberta Moscato, Lezioni di disegno,edito da Fabbri Editori che ringrazio per la copia del romanzo. 
Venite con me ad immergervi nelle suggestive luci di Barcellona.


IL ROMANZO

Titolo: Lezioni di disegno
Autrice: Roberta Marasco
Editore: Fabbri
Data di uscita: 18 giugno 2018
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Prezzo cartaceo: 14,45€
Prezzo ebook: 9,99€


Un amore finito, un impiego insoddisfacente lasciato indietro e una vita che, a 39 anni, non ha ancora messo radici e sta tutta in una valigia. Come quella con cui Julia arriva a Barcellona, nella lussuosa villa di Pedralbes che lei e le sorelle sono costrette a vendere dopo la morte della madre Gloria. Fra i ricordi di un padre autoritario e severo, complice della dittatura franchista, e i segreti di famiglia occultati fra le pareti delle stanze deserte, Julia ritrova anche una fotografia della madre da giovane, abbracciata a un bellissimo sconosciuto. Alle prese con la sfrenata nipote, figlia della ribelle Olga, Julia si trova a fare i conti con un passato pieno di rivelazioni. Dalla Barcellona in fermento degli anni Settanta, quella delle prime manifestazioni e delle assemblee femministe, dell'amore libero, della musica e della controcultura, emerge il volto segreto di Gloria, una donna che la figlia conosceva solo a metà, capace di vivere una passione clandestina e travolgente che molto ha da insegnare, sull'amore e sulla vita. E sulle ribellioni silenziose che ci conducono verso i nostri sogni.

La trama di questo libro mi ha affascinata fin da subito,una storia tutta al femminile con protagonista un'intera famiglia,quella di Julia, delle due sorelle e della madre Gloria.
Julia ritorna nella sua città natale,Barcellona, dopo la fine dell'ennesimo rapporto sbagliato,lasciandosi alle spalle un'altra relazione terminata e un lavoro che non le piaceva in una città in cui non si è mai ambientata veramente.
La triste occasione che la riporta a casa è la morte della madre e la conseguente vendita della villa di famiglia, che lei inizia a sgombrare.
Il ritorno a casa porta con sé un enorme bagaglio di segreti,bugie e ricordi rimossi che hanno accompagnato la giovinezza di Julia e delle sue sorelle,vivendo cin un padre rigido e severo e con una madre all'apparenza triste e sottomessa.
"Che cosa sarebbe successo se avesse infranto di colpo tutte le regole che aleggiavavano ancora nell'aria, sospese sopra di lei in una rete invisibile, dopo tanti anni? Quelle regole che condizionavano e limitavano i suoi movimenti, ma al tempo stesso la facevano sentire al sicuro e finalmente a casa."
Il piano temporale della storia si alterna tra passato e presente.
Il presente dove Julia attraverso la nipote Abril e gli oggetti della madre Gloria scopre un passato sconosciuto di quest'ultima, cambiando completamente l'idea che aveva su di lei.
Il passato è invece ambientato nella Barcellona del 1976,un'epoca storica particolare,di grandi cambiamenti a monte della fine del regime franchista.
Troviamo una Gloria più giovane, sposata da poco,costretta a sottostare alle regole e all'etichetta di quel periodo,che trova un modo silenzioso per ribellarsi,che per un po' assaggia il gusto della libertà e della passione ma a cui è costretta poi a rinunciare in nome dell'amore per le sue figlie.
"Perché ci sono amori inarrestabili, che si lasciano sballottare dagli anni  come da un mare in tempesta ma continuano ad avanzare, più acciaccati e  fragili e stanchi, ma proseguono. Ci sono amori inevitabili, come un fiore che sboccia al primo sole, incurante che sia inverno o primavera. Ci sono amori che in realtà non ti appartengono, perché sono più grandi di te."
Alla base di tutto troviamo varie tematiche,le relazioni familiari che sfociano nelle incomprensioni e nei successivi allontanamenti fra le sorelle,le differenze sociali che sia ieri come oggi non si riescono a superare perché imposte dalla nostra società.
"Le brave ragazze perbene hanno un solo modo per fare quello che vogliono. Diventare cattive ragazze."
L'autrice ha caratterizzato i personaggi minuziosamente rendendoli ancora più veri ,ha creato una trama molto ben delineata e l'attenzione particolare data al contesto storico è un elemento in più che da spessore alla storia.
Ho conosciuto una Barcellona con luoghi stupendi,mi è sembrato quasi di trovarmi lì con i vari personaggi.
Non vi anticipo di più per non togliervi il piacere della lettura,perché questo è un libro che va assaporato nella sua interezza.
Una bellissima storie di donne forti e fragili allo stesso tempo che mi ha conquistata a pieni voti.
Alla prossima.




1 commento

  1. Grazie, carissima. Sono molto felice che ti sia piaciuto! ❤

    RispondiElimina