[Recensione] TI AMO MA NON LO SAI - Tania Paxia - Newton Compton


Buongiorno Sognalettori, ecco Lara nuovamente al rapporto!! ;-)
Oggi vi parlo di una chicca per me nuova nuova, ma che qualcuno potrebbe aver già letto... certo non in questo formato definitivo, ma magari nella versione self pubblishing... L'autrice è Tania Paxia, e questo libro vi farà scalpitare fino all'ultimissima pagina!
Come sempre fatemi sapere cosa ne pensate, ogni commento è più che gradito in fondo al post, grazie! ^_^

IL ROMANZO

Titolo: Ti amo ma non lo sai
Autrice: Tania Paxia
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 22 Agosto 2017
Genere: Young Adult, Romanzo Rosa
Pagine: 102
Prezzo cartaceo: -
Prezzo ebook: 4,99€

Harper e May sono amici per la pelle. Tra loro non ci sono segreti e condividono ogni aspetto della vita: i compiti, il gruppo di lettura, il lavoro per il giornale della scuola... Peter Harper, detto Peter Pan, è un sognatore, mentre May, dolce e piena di energie, è soprannominata “Trilli”. Una coppia perfetta, insomma, almeno fino a quando May non inizia a interessarsi ai ragazzi, e in particolare a Owen O'Brian, il capitano della squadra di baseball... All’improvviso Harper si scopre geloso e si rende conto di non considerare May esattamente come una sorella. L’unica soluzione, per non soffrire e non farla soffrire, pare essere quella di allontanarsi da lei e rinunciare per sempre al loro splendido rapporto. Ma poi Syd, sua sorella, gli suggerisce un piano infallibile per riuscire a confessare a May i suoi veri sentimenti. Purtroppo i piani non vanno sempre nel modo prestabilito...



Maybelle Watson e Peter Harper non potrebbero essere più diversi… sia caratterialmente che fisicamente! Bella, spigliata ed esuberante lei, paffuto, gentile e decisamente timido lui: eppure non solo sono vicini di casa (dirimpettai per esser precisi) fin da quand’erano piccoli, sono anche compagni di scuola, hanno entrambi 17 anni, erano compagni di giochi da bambini, passano moltissimo tempo assieme… e sono migliori amici!! Già, questo è quello che sono sempre stati, finché…
Ma cominciamo dall’inizio. Ci troviamo a Keene, New Hampshire, e il racconto inizia la notte del 25 Novembre 2005, quando Syd (Sydney Harper) e suo fratello maggiore Peter stanno cercando di riaccompagnare a casa una May (Maybelle) sbronza… e tentano di introdurla in casa loro il più silenziosamente possibile per evitarle una strigliata da parte dei genitori di May (non sia mai che la trovino sbronza!!) e allo stesso tempo cercano in tutti i modi di non svegliare i loro di genitori, che dormono nella stanza accanto.
Peccato che la briosa Syd decida subito di appioppare tutto il lavoro al fratello Peter (preferisce essere chiamato Harper da tutti), che non solo è dovuto correre alla festa dove May era andata, ma l’ha anche dovuta caricare in spalla e portarla di peso fin su in camera sua, facendo una gran fatica, soprattutto perché lui è tutt’altro che uno sportivo! Certo, non è la prima volta che May si ritrova a dormire nel letto di Harper, si conoscono da una vita, sono inseparabili migliori amici… peccato che, nonostante ciò, ora Harper sia un 17enne con gli ormoni in subbuglio, che la sua migliore amica non sia mai sbronza e soprattutto… che da qualche tempo Harper si sia accorto che per lui May non è più solo la sua migliore amica!!
Lei era il sole e io un pianeta che le girava intorno, attratto dalla sua forza magnetica...
Il suo sorriso luminoso, gli occhioni blu brillanti, l’ottimismo ed il suo entusiasmo così contagiosi, l’intelligenza che la contraddistingue e un grandissimo fiuto per l’investigazione fanno di May un mix esplosivo di qualità che, agli occhi del suo migliore amico, l’hanno mutata in un essere speciale la cui vicinanza… beh, potrebbe essere rischiosa! Aggiungiamoci anche che May è molto affettuosa, e dispensa in continuazione un sacco di abbracci e bacetti sulle guance del povero Harper, che fatica non solo a trattenersi, ma è seriamente deciso a non confessare a nessuno i suoi sentimenti!!

Come se non bastasse, li hanno sempre soprannominati “Peter Pan e Trillie vederli sempre assieme è praticamente noto a tutti! Infatti li si può trovare spessissimo nel loro posso preferito: il gazebo in centro, che si trova proprio vicino alla tavola calda Reed’s che gestiscono gli Harper e al negozio di cupcake della madre di Peter sempre lì accanto, oltre alla libreria della signora Cally Pierce (molto chiacchierona) dove lavora May… e all’ufficio dell’investigatore privato Jack Pierce (col quale lavora il padre di May e che lei aiuta molto volentieri per imparare tutti i trucchi del mestiere).
Insomma, anche negli interessi non potrebbero essere più complementari: Harper vorrebbe laurearsi in giornalismo e diventare un affermato giornalista, May studiare legge al college e poi seguire le orme paterne diventando anche lei investigatrice privata… insomma tutti i presupposti per un futuro assieme… o no?
Tutti notano la cotta di Harper per May, ma a quanto pare l’unica a non accorgersi di questo piccoliiiissimo dettaglio è proprio la diretta interessata! E la cosa infatti è fonte di innumerevoli comici e rocamboleschi fraintendimenti, colpi di scena e tonnellate e tonnellate di cioccolata calda!!

Mente e cuore, due facce della stessa medaglia. L'una non poteva vivere senza l'altro, e viceversa, ma quando entravano in contrasto scoppiava il caos. 
Perché il buon cuore di Harper non riesce proprio a dire di no alla sua cara May, anche se lei gliene combina una dietro l’altra, e le porta sempre una cioccolata calda dietro l’altra in segno di pace, come scusa per salutarla, per fare una pausa assieme, per vederla sorridere…
Insomma nulla è deciso, tutto può succedere, e più di qualche sportivo (cheerleaders comprese!) cercherà di complicare la già assurda relazione tra questi due super amici, per non parlare della difficilissima scelta del College, delle feste e dei piani ingegnosi della peperina Syd!
E se ve lo state chiedendo… anche una volta al College ne capitano di tutti i colori a Peter e Trilli!!

Questo libro me lo sono gustata tutto d’un fiato con enorme piacere, e nonostante quel che si possa erroneamente pensare, non è un libro sdolcinato! Anzi è un guazzabuglio di risate, momenti imbarazzanti, di fughe dalle pettegole del paese e depistamenti, di affetto fraterno, di innumerevoli ore passate a lavorare nei rispettivi impieghi (più o meno volontari… vero Harper?? :-P ) e di tante riflessioni, di svariate decisioni importanti e sì, se non si era capito, di infinite cioccolate calde di tutti i tipi!! Mi è venuta l’acquolina in bocca al solo leggere di tutte quelle cioccolate calde (nonostante sia pieno Agosto!) e soprattutto l’autrice mi ha messo tantissima curiosità!!!
Lo stile scorrevolissimo e assai piacevole di Tania Paxia mi ha permesso di gustarmi un libro davvero carino e allo stesso tempo “diverso dal solito”, visto che è tutto narrato in prima persona dal punto di vista di Peter Harper (sì, OK, forse il titolo poteva suggerirmelo? ;-P Ma non mi faccio mai condizionare dal titolo quando leggo un libro, e devo dire che la mia sorpresa è stata molta! ^_^ ). Ho notato inoltre con un pizzico di soddisfazione che vengono citati non pochi libri all’interno (come “Il buio oltre la siepe”, “Stardust”, “Il signore delle mosche” e la saga di “Harry Potter”…) ed io adoro i libri che parlano anche di libri!! ^_^ Perché nella mia vita (reale ed ideale) i libri non possono mancare mai!! ♥
Se fin’ora non sono ancora riuscita ad incuriosirvi abbastanza, aggiungo anche qualche citazione tratta dal libro, che mi è piaciuta molto, e che spero convincerà anche voi a leggere la storia di questo secchione un po’ imbranato ma dal cuore grande e della sua piccola fatina luminosa e saltellante…
Syd batté le mani con gesti frenetici. «Allora…». E mi suggerì il piano più folle del mondo.
Quasi mi pentii di averle concesso di proseguire il discorso, perché adesso quell’idea folle mi parve l’unica soluzione al mio problema.
Mi ero quasi dimenticato che effetto facesse quando entrava in una stanza: la illuminava con la sua presenza. Trilli era tornata. Con la sua solita treccia di lato che la faceva sembrare ancora più sbarazzina.
La coalizione May-Syd era tremenda. Una alla volta potevo anche sopportarle, ma insieme erano devastanti.
 Se non altro le mie esperienze al liceo, specialmente nell’ultimo anno, mi avevano aiutato a forgiare un carattere forte, a imparare dai miei errori e a non aver paura di dire ciò che pensavo.

P.S.= ora sono doppiamente troooooppo curiosa di leggere il libro seguente, che si intitola “Ti amo già da un po’ ” e spero di poterlo leggere moooolto presto!!! ;-)





3 commenti

  1. Ma che recensione deliziosa!! *-* Grazie di cuore! ♥

    RispondiElimina
  2. Questo libro mi ispira moltissimo! Già adoro le storie tra migliori amici, aggiungiamo che il romanzo sia raccontato dal punto di vista di lui e le cioccolate e non posso certo resistere xD

    RispondiElimina
  3. Bella pure questa recensione. ♥
    Ok. . .Lara mi hai convinta al 100%100, devo recuperare al più presto i libri di quest'autrice. ♥
    Gli estratti ti invogliano a volerlo iniziare subito. ♥
    Sarà bello scoprire la storia di questi due giovani protagonisti, e mi piace che questo libro sia scritto dal punto di vista di LUI. ♥

    RispondiElimina