[Libri per sognare] È SOLO COLPA TUA - Robin C. - Newton Compton


Buongiorno Sognalettori, oggi sono felicissima di parlarvi di un romanzo che aspettavo con ansia, un romanzo uscito prima in SelfPubblishing e adesso edito da Newton Compton, stiamo parlando di "È solo colpa tua" di Robin C., ringraziamo la casa editrice per la copia digitale del romanzo.

IL ROMANZO

Titolo: È solo colpa tua
Autore/Autrice: Robin C.
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 26 Luglio 2017
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 384
Prezzo cartaceo: 7,90€
Prezzo ebook: 4,99€


Andrew Thomas Carmody è un giovane medico dall'avvenire luminoso. Futuro primario di neonatologia, è considerato una leggenda vivente all'interno del Presbyterian, l'ospedale in cui lavora. È un uomo dall'aspetto affascinante: alto, atletico, con un viso dai lineamenti virili e dai colori delicati, una vera calamita per gli occhi di ogni donna e al contempo una chimera per chiunque lo corteggi. Andrew è infatti felicemente sposato con il suo primo amore, Alexandra, ideale di grazia e bellezza femminile. La loro è una storia d'amore da favola, fino a quando il corpo scandaloso e l'esplosiva audacia della giovane Evalyn non si insinuano in quel quadro perfetto mandandolo in pezzi. Sensualità e scene di realismo, sentimenti e sensazioni accompagneranno il lettore in una dimensione nuova.


Nel Marzo del 2014, la bravissima Robin C. pubblicava “Betrayal”, un racconto breve, che ha subito catturato l’attenzione di molte lettrici, tante sono state, infatti, quelle che le hanno scritto per sapere se quel racconto avrebbe avuto un secondo capitolo.
Bene ragazze, siamo state accontentate e la Newton, che ha l’occhio lungo, dopo aver pubblicato un altro dei suoi romanzi, “Tra di noi nessun segreto”, ci ha regalato il romanzo completo.

Protagonista principale è, Andrew Thomas Carmody un giovane medico, bello, sexy e irraggiungibile, almeno all’apparenza, sposato con il suo primo e unico amore, la bella e perfetta Alexandra Reynolds.
Dopo dieci anni di matrimonio, Andrew, inizia a soffrire la presenza della moglie, si sente in trappola e prigioniero di una vita che non vuole, preferisce passare tutto il suo tempo, anche quello libero, in ospedale, in attesa di quella tanta agognata promozione che lo porterà a diventare primario del reparto di neonatologia. Desidera la libertà, andare oltre i limiti, scoprire il proibito e inizia a mettere tutta la sua vita in discussione.
I suoi sentimenti sono contrastanti, se da un lato sente la pressione del lavoro e di un matrimonio avvenuto in giovane ètà, dall’altro capisce e comprende le esigenze di una moglie, che ha la sola colpa di voler passare più tempo con lui e dedicargli tutte le sue attenzioni.
Ma anche in ospedale c’è chi ha occhi solo per Andrew e che si è data lo scopo di farlo capitolare, la giovane infermiera Evalyn.

“Evalyn era giovane e attraente. La sua era una bellezza acerba, sbocciata con prepotenza da poco, che lei non faceva nulla per nascondere. All’inizio Andrew non aveva dato peso al modo in cui lo guardava, alla scelta delle parole che usava con lui e al tono con cui uscivano dalla sua bocca. In fin dei conti no era la prima giovane infermiera che sognava un’ avventura con un dottore e lui era nientemeno che Andrew Thomas Carmody, futuro primario di pediatria, Golden boy dell’ospedale, dotato di carisma e mani d’oro. Una leggenda vivente a meno di trent’anni. Sapeva quale effetto la sua presenza avesse sulla maggior parte delle donne.”

Dopo una bella dose di occhi dolci, strusciamenti casuali e vestiti succinti, Evalyn raggiunge il suo scopo e il nostro caro Dottor Carmody cede alla tentazione di soddisfare le sue fantasie,  promettendosi che tradirà solo per una notte.

“In un momento di onestà si era detto che era proprio la perfezione della moglie a metterlo a disagio e che invece di cercare altrove avrebbe potuto provare con lei a soddisfare le proprio fantasie. Ma alla fine non ne era stato in grado, perché gli sarebbe sembrato di violare una divinità irraggiungibile alla quale mai avrebbe potuto chiedere di umiliarsi in ginocchio si fronte a lui.”

Ma purtroppo così non sarà e grazie alla determinazione della giovane Evalyn, la relazione si protrarrà per mesi, mesi di menzogne e sotterfugi.
Ma un corso di fotografia, regalo di Andrew alla moglie, sarà la sua condanna, perché intenta a preparare un servizio fotografico a sorpresa per lui, Alexandra scoprirà il tradimento e da allora il suo scopo sarà la vendetta. Pedinamenti e foto su foto, che dapprima dovevano rivelare l’amore incondizionato che la moglie provava per Andrew, adesso serviranno solo e esclusivamente a testimoniare quel che Alex sentiva e sospettava da tempo.

“Sentiva che sarebbe accaduto qualcosa di terribile, eppure nemmeno quella dolorosa intuizione, quel presentimento, i mesi di smarrimento o tutte le serate passate in solitudine l’avevano preparata ad affrontare la realtà che si era trovata improvvisamente davanti agli occhi.”

È così dopo avergli buttato addosso le prove del suo tradimento, dopo averlo usato e abbandonato, Alexandra si rifarà una vita, con l’uomo che proprio Andrew le ha fatto incontrare, Jonathan Jordan Grinder, il suo maestro di fotografia.
Ma sarà davvero così?

Da qui in poi è tutta un’altra storia, il caro Andrew sarà impegnato a redimersi, dopo aver capito l’enorme errore commesso, ma come sempre mi fermo, perché davvero, non leggere questo romanzo è un sacrilegio……. divorerete il libro!!!
La scrittura fluida ed ipnotica di Robin C., crea dipendenza e trasporta il lettore in una dimensione parallela, dove proprio chi legge, si sentirà protagonista del romanzo, odierete ed amerete allo stesso tempo Andrew, tenterete alle volte persino di giustificarlo. I personaggi sono ben descritti e gli spazi temporali, di solito disturbanti, si incagliano alla perfezione nella storia.
Il tema è delicato, non è facile descrivere un tradimento con lucidità e non lasciarsi prendere la mano da preconcetti e giudizi personali, ma la verità dei pensieri di Andrew è proprio quello che mi ha colpita e che mi ha fatto riflettere, a volte subentra la noia, a volte si vede la propria moglie come una donna intoccabile, a cui mai chiedesti di fare del sesso trasgressivo…..a volte basta solo parlare, esprimere i propri desideri perché vengano ascoltati!
Ah dimenticavo, durante la lettura sentirete caldo….tanto caldo!!!!!😛😛




Nessun commento :

Posta un commento